Il perginese Michele Grieco: "Che emozione l'Obiettivo tricolore, il pensiero corre ad Alex Zanardi"


Alex Zanardi e Michele Grieco

Abbiamo raccontato la storia di Michele Grieco nel numero de Il Cinque di luglio di un anno fa. L’atleta perginese ha partecipato alla staffetta di Obiettivo Tricolore partendo da Levico e concludendola il 29 giugno al traguardo di Santa Maria di Leuca in Puglia, con il pensiero ad Alex Zanardi...

di GIUSEPPE FACCHINI


Michele, come è nata l’idea della staffetta?

«Noi siamo ripartiti e volevamo dare un segnale a tutta l’Italia. È nata così l’idea di fare una staffetta che attraversasse le regioni italiane. Alex Zanardi ha avuto poi anche l’idea di realizzare i tre colori della bandiera italiana che si uniscono a Firenze e da lì partire con il tricolore per portarlo in fondo all’Italia a Santa Maria di Leuca. Il progetto è nato velocemente, appena si sono aperti gli spostamenti tra le regioni, 55 atleti hanno percorso circa 3.000 chilometri e siamo arrivati a destinazione.»


Come sei partito dal Trentino?

«Sono partito dalla Valsugana da Levico accompagnato per un tratto da Nicola Conci e sono arrivato al passo del Broccon per poi scendere a Fonzaso. La mia era la staffetta rossa, quella verde partiva dalla Lombardia e quella bianca dal Piemonte. Quando corri una staffetta è molto diverso...»


LEGGI L'INTERVISTA INTEGRALE SU IL CINQUE DI LUGLIO - CLICCA SULLA COPERTINA






138 visualizzazioni0 commenti