GS Valsugana. Che intesa con il Lagarina CRUS





di GIUSEPPE FACCHINI

In apertura della stagione agonistica 2022 si è concretizzata un'importante collaborazione del Gs Valsugana Trentino con il Lagarina Crus Team. Ne parliamo con i due Presidenti...


Mauro Andreatta, presidente GS Valsugana, com'è nato questo importante progetto?

«La collaborazione con il Lagarina Crus è un progetto partito diversi anni fa, ma non era ancora decollato completamente. Adesso i tempi erano maturi, anche perché il Lagarina è una società con la quale ci troviamo molto bene in termini di rapporti e di sinergie. Loro hanno un buon settore maschile e noi femminile. È maturata la convinzione reciproca di collaborazione sia dal punto di vista degli atleti e degli organici, sia dei tecnici. Il prossimo passo potrà essere quello di lavorare insieme a livello organizzativo».


Quali frutti ha portato in questa stagione avviata da poco?

«Quest’anno nella categoria allievi diversi ragazzi del GS Valsugana gareggiano con i colori del Lagarina e viceversa alcune allieve loro sono con noi. Questa è un'importante novità nell’atletica trentina e che sta dando buoni frutti. Anche la collaborazione con il Villazzano si è ulteriormente consolidata e sta dando soddisfazioni reciproche».


Il 2022?

«L'anno è iniziato molto bene sia per i risultati che per i numeri in crescita e ho molta fiducia per il futuro».


Andrea Perghem, Presidente Lagarina Crus Team, com'è nato il Lagarina Crus?

«La società è nata nel 1984 su iniziativa di un gruppo di persone appassionate della corsa. Il loro entusiasmo portò a Pedersano l’atletica leggera. Da lì in poi la crescita è stata continua e l’US Pedersano è diventato CRUS (Circolo Ricreativo Unione Sportiva) Ottica Guerra Pedersano in onore del primo tifoso e sponsor Carlo Guerra. La società è cresciuta in termini di presenze e di risultati in ambito provinciale, regionale e anche nazionale. Gli iscritti sono davvero tanti e si impegnano in un ambiente sportivo a misura di persona. Io sono entrato nella società come papà di un atleta, poi come rappresentante dei genitori e poi tante altre cose in particolare nel settore giovanile e da più di un anno sono Presidente».

La collaborazione con il Gs Valsugana?

«Abbiamo sempre lavorato insieme anche in passato e parlando Claudio Pedri con Mauro Andreatta è emersa l’esigenza di rafforzare le rispettive squadre, noi nel maschile, loro nel femminile e quest’anno si è concretizzata».


Quali obiettivi per il 2022?

«Con la pandemia ci siamo divisi i vari compiti tra tutti i componenti il direttivo. Abbiamo impostato l’atletica nel giovanile, sia come gioco che come sport e disciplina. Vogliamo portare avanti il settore Assoluti, e si è rafforzato tanto il settore degli allenatori e istruttori. Quest’anno sono ben 18 tra i quali Claudio Pedri, Silvano Pedri e ora tra i nuovi anche Fabrizio Pedri e Doris Tomasini nonché alcune insegnanti di educazione fisica e alcuni preparatori atletici. Davvero una bella squadra. Siamo inoltre molto attivi nell’organizzazione di eventi, ben 10 quest’anno».


196 visualizzazioni0 commenti