Ecomuseo del Vanoi:bilancio di un anno difficile,ma positivo nei risultati...



VANOI – L'Ecomuseo del Vanoi, istituito dal Comune di Canal San Bovo, si propone di vitalizzare il territorio compreso nella Valle del Vanoi sia dal punto di vista culturale e sociale che economico. L’Ecomuseo ha inoltre aderito al “Distretto Famiglia di Primiero" per qualificare la valle come territorio accogliente e attrattivo sia per le famiglie locali che ospiti, con una particolare attenzione alla valorizzazione dell’ambiente.

di GIOVANNI FACCHINI

L'Ecomuseo del Vanoi è caratterizzato da sette temi fondanti: l’acqua, il sacro, la mobilità, l’erba, il legno, la guerra, la pietra. Tra questi temi vi è in particolare l’acqua, importante risorsa che non solo ha permesso gli insediamenti nella valle e la successiva produzione di energia elettrica, ma è stata a lungo utilizzata sia per il trasporto del legname che come forza motrice per mulini, fucine e segherie.

La novità di quest’anno ha riguardato una giornata interamente dedicata alle famiglie sul sentiero dei mulini, che ha ottenuto un buon riscontro. Sono stati inoltre riproposti il tour del sentiero etnografico, il tour dei masi, la dimostrazione della segheria idraulica veneziana e “Vanoi – Grande Guerra”, un’attività pomeridiana abbinata alla visita del museo e del cimitero militare di Caoria con un esperto, al fine di ottenere un inquadramento storico della guerra nel Vanoi.

Nel corso dell’estate è stata fissata l’attenzione principalmente sulle attività da svolgere in autonomia e dedicate alle famiglie, con mappe specifiche riguardanti le sette tematiche costitutive dell'Ecomuseo, con l’aggiunta del percorso dei mulini.

È stato realizzato un piccolo diario dedicato ai ragazzi, il “Diario delle mie avventure", per invogliarli a visitare i siti dell'Ecomuseo, svolgere le attività proposte ed ottenere dei piccoli premi. Chi riusciva a completare l’intero diario, riceveva in omaggio la maglietta del museo, ma anche coloro che non portavano a compimento l’intero percorso venivano ricompensati con premi alternativi.

È stato inoltre pubblicato un libro per ragazzi che narra la storia del chicco di mais Dorotea, una varietà di mais coltivata e prodotta nella valle, legato dunque ai mulini presenti nel territorio del Vanoi.

A causa dell’attuale situazione sanitaria la programmazione delle attività ha subito un notevole ridimensionamento, portando alla cancellazione del servizio di mobilità sostenibile tramite bus navetta sul sentiero etnografico o alla riduzione dell’orario di apertura dei siti museali, ma i numeri delle presenze si sono mantenuti in linea con lo scorso anno.

Attualmente sono state proposte attività didattiche gratuite alle scuole nell’ambito del Primiero e del Vanoi, dalla scuola dell’infanzia alla secondaria di primo grado, che si sviluppano attorno ai sette temi fondanti dell’Ecomuseo. Ogni percorso didattico prevede due incontri in ambito scolastico ed uno direttamente sul territorio, oltre ai laboratori. In inverno non sono previste uscite o attività, in attesa della programmazione del prossimo anno.


116 visualizzazioni

Metti "mi piace" per ricevere gli aggiornamenti

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • White Facebook Icon