CRVT: rinnovati Consulta dei Soci e Comitati Locali


La sede della Cassa Rurale Valsugana e Tesino a Borgo


Il Cda della Cassa Rurale Valsugana e Tesino ha esaminato le candidature ai due organi consultivi con una particolare attenzione che ha premiato età e competenze.


BORGO VALSUGANA – Sembra che il ritirarsi della pandemia porti nuova voglia di fare, nella comunità dei soci della Cassa Rurale Valsugana e Tesino.

Negli ultimi mesi sono state individuate e proposte diverse candidature per ricoprire i ruoli in scadenza dei membri di questi due importanti organi consultivi.

Alla fine sono stati nominati 39 soci distribuiti in 9 comitati locali, ognuno riferito a un ben preciso ambito geografico e indicativamente facenti capo ai centri di Borgo Valsugana, Castel Ivano, Scurelle, Roncegno, Telve, Grigno e Ospedaletto, Tesino, zona Bellunese e zona Vicentina.


Ogni comitato locale è diretto da un membro del Consiglio di amministrazione, garantendo operativamente il ruolo di cinghia di trasmissione del comitato tra territorio e Cassa Rurale.

Il Presidente della Cassa Rurale Valsugana e Tesino, Arnaldo Dandrea, si dice «molto soddisfatto del risultato. È stato un lavoro impegnativo di selezione e coinvolgimento che siamo certi, porterà i suoi frutti in futuro. È fondamentale per non dire essenziale da una parte coinvolgere i soci nella gestione delle proposte alle Comunità, dall’altra consentire alla Cassa Rurale di avere occhi e orecchi validi sul territorio, cosa che ci consente di prendere le giuste decisioni coerentemente con le esigenze raccolte».


Un dato rilevante è l’età media dei componenti: 41 anni, contro una età media dei soci sui 57 anni.

«Abbiamo cercato di rimediare a una tendenza demografica generale che porta inesorabilmente a un aumento medio dell’età della nostra base sociale, individuando energie giovani che io credo – afferma il Direttore generale Paolo Gonzo – potranno dimostrarsi preziose. In questa Consulta dei Soci, la composizione è nettamente in controtendenza per l’età: 27 sono tra i 20 e i 40, e 20 oltre».

È ben rappresentata anche la componente femminile, con 17 donne, che speriamo in futuro possa aumentare per il forte valore del loro contributo come testimonia spontaneamente una socia, Elisabetta Castelpietra, accolta nei Comitati Locali, con queste parole: «Sono orgogliosa di far parte del Comitato locale. Come disse Mattarella, il volontariato è energia irrinunciabile della società; penso sia fondamentale ed ammirevole l'impegno della Cassa Rurale nel sostenere queste forze a mantenersi ed essere attive. Senza dubbio questo è buon investimento della nostra banca nella nostra Comunità».

Parole, conclude il Presidente Dandrea «che ci gratificano e ci stimolano a compiere ancora di più e meglio il nostro compito di cooperatori per i nostri Soci e per il territorio. Ringrazio la nostra socia per questa testimonianza di impegno».





487 visualizzazioni0 commenti