Covid-19: due buone notizie per il Trentino nel bollettino di oggi

Aggiornato il: feb 24


Almeno due le buone notizie che si leggono dal bollettino odierno dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari: da una parte, c’è la conferma del continuo calo del numero dei pazienti covid ricoverati in ospedale; dall’altra, la comunicazione che fortunatamente non si è registrato alcun decesso nelle ultime 24 ore.


Non basta questo ovviamente per far abbassare la guardia, anche perché il monitoraggio sui nuovi casi è sempre attivo e dimostra che nelle ultime ore sono stati trovati circa altri duecento nuovi positivi: 49 con il molecolare e 153 all’antigenico. I molecolari hanno inoltre confermato la positività di 32 persone il cui contagio era stato stato rivelato nei giorni scorsi dai test rapidi.

Nel dettaglio, dei nuovi positivi di oggi, 54 sono asintomatici e 142 pauci sintomatici, tutti seguiti a domicilio. I nuovi contagi fra ragazzi e bambini in età scolastica sono 17 (le classi in quarantena sono salite a 36) e fra loro ci sono 3 piccolissimi (meno di 2 anni) e 1 bambino fra i 3 ed i 5 anni.

Gli ultra settantenni invece oggi registrano altri 27 contagi.

Ci sono poi altri 127 guariti (il totale sale a 24.741) e, come accennato, continua a migliorare la situazione delle ospedalizzazioni: ieri si sono registrate 18 dimissioni contro 16 nuovi ingressi; attualmente quindi i pazienti covid nei reparti dei nostri ospedali sono 174 (2 in meno rispetto a ieri) con 32 persone che ancora hanno bisogno delle cure intensive.

L’attività di screening e contact tracing intanto prosegue con la consueta intensità: ieri il Laboratorio di Microbiologia dell’Ospedale Santa Chiara di Trento ha analizzato 1.238 tamponi molecolari che, sommati ad altri 923 gestiti alla Fem, portano il totale a 2.161. Inoltre all’Azienda sanitaria sono stati notificati anche 1.171 tamponi rapidi antigenici.

Crescono anche i numeri delle vaccinazioni: questa mattina il totale era salito 24.142, numero che comprende sia i 9.149 richiami fin qui effettuati, sia le 6.121 dosi che finora hanno interessato ospiti di residenze per anziani.


134 visualizzazioni0 commenti