Covid-19: contagi in aumento in tutta Italia, impennata in Trentino




TRENTO – Se nel resto d'Italia il numero dei contagi risulta in aumento (1600 quelli registrati oggi) il Trentino non è da meno e nelle ultime 24 ore registra un'impennata. Gli ultimi dati trasmessi dall'Azienda sanitaria nella prima serata di oggi, infatti, portano a 82 i casi complessivi di Covid 19 in Trentino, asintomatici o paucisintomatici: 68 riguardano lavoratori, in particolare 60 impiegati nella filiera delle carni, a cui si aggiungono altri 5 casi appartenenti al settore della raccolta e lavorazione della frutta. L’attenzione viene rivolta soprattutto ai comportamenti e alle frequentazioni che avvengono al di fuori del luogo di lavoro. Da parte delle aziende viene offerta la più ampia collaborazione al personale medico-sanitario e alle autorità competenti al fine di circoscrivere i contagi. Nessuno dei nuovi contagiati registrati oggi è minorenne. 1895, infine, i tamponi effettuati nelle ultime 24 ore.


La filiera delle carni – è stato sottolineato – costituisce un focolaio di contagio non per il tipo di prodotto lavorato ma per l'organizzazione delle diverse lavorazioni, in parte affidate ad aziende cooperative esterne, composte da persone che si frequentano molto anche all'esterno del luogo di lavoro.  L'Azienda sanitaria si era già  attivata in primavera avviando una campagna di informazione rivolta ai lavoratori della filiera e successivamente una attività di screening.  I nuovi casi sono emersi più recentemente ed interessano in tutto attualmente circa 130-140 persone.