Coronavirus: CR Alta Valsugana apre il conto e dona 50mila euro





IT 79 Y 08178 35220 K01017741920

per il soccorso e pronto intervento in Alta Valsugana.


PERGINE VALSUGANA – «Una sensibilità che non è mai mancata e che, ora, in un momento di grande emergenza, diventa ancora più concreta. Il mondo del credito cooperativo fa la sua parte, ma insieme possiamo fare ancora di più».


Sono le parole del Presidente della Cassa Rurale Alta Valsugana, Franco Senesi, che, in questi giorni con il Consiglio di Amministrazione, si è prontamente attivato aprendo un conto corrente specifico per sostenere le spese sanitarie nella lotta al Coronavirus.

Il Presidente CRAV Franco Senesi

La Cassa Rurale, con la consueta sensibilità, contraddistinta da una lunga esperienza a sostegno del sociale, si è attivata di concerto con l’Amministrazione comunale di Pergine e con le associazioni di volontariato impegnate nel pronto intervento operanti in Alta Valsugana.

Nello specifico la raccolta delle donazioni è destinata alle realtà attive nel soccorso (CRI, Vigili del Fuoco, Soccorso Alpino), ma vede coinvolto anche Trentino Emergenza a cui, a inizio settimana, sono stati destinati ulteriori 7mila euro per la sanificazione delle autoambulanze della zona.


L’iniziativa vuole essere agile e immediata, con un fondo da cui attingere in tempi brevissimi per le esigenze che verranno valutate da un ristretto gruppo composto dal Presidente della Cassa Rurale Franco Senesi, il Comandante dei vigili del fuoco volontari di Pergine Claudio Casagrande e dal referente territoriale della Croce Rossa Italiana Rudy Dorigoni.


Si tratta di un ulteriore esempio di generosità che arriva dal mondo della cooperazione trentina e che vuole essere traino e modello anche per altre realtà.


Il fondo è partito con una donazione della Cassa Rurale che ha depositato sul conto la cifra di 50mila euro. Risorse che, in base alle necessità, potranno anche aumentare.

In questo momento servono, infatti, ausili sanitari, kit di protezione per il personale, attrezzature specifiche che, nel complesso sistema della sanità trentina, sta dando prova di grande professionalità e generosità.


«Ognuno deve fare la sua parte. Nella giusta misura delle sue possibilità – aggiunge ancora Senesisolo in questo modo potremo vincere una battaglia che si sta rivelando dura e dai tempi non ancora ben definiti. Un’iniziativa che ha bisogno del sostegno di tutti».


Il conto corrente è

IT 79 Y 08178 35220 K01017741920


309 visualizzazioni0 commenti