Confermato il finanziamento di 850 mila euro alle Pro Loco


Sfilata carri Pro Loco Giovo

L’attività delle Pro Loco del Trentino è garantita per l’intero 2020. La Giunta provinciale, su proposta dell’assessore al turismo, ha confermato il finanziamento di 850 mila euro, in linea con gli scorsi anni, a sostegno dell’operatività delle associazioni territoriali che operano nel settore turistico, fortemente penalizzate dalla pandemia Covid. Il finanziamento è stato riconosciuto - come spiega la delibera - sulla base dell’attività di accoglienza e non sugli eventi che, nella stragrande maggioranza dei casi, sono stati cancellati.

Ogni anno la Giunta provinciale finanzia le Pro loco e i Consorzi di riferimento per lo svolgimento delle attività di accoglienza e animazione turistica a carattere locale. Quest’anno, a causa della pandemia da Covid-19, l’attività di animazione turistica è venuta meno o è stata realizzata solo in parte.

La delibera, a firma dell’assessore provinciale al turismo, individua nuovi criteri e modalità di applicazione dei contributi, oltre ad integrare la formazione delle graduatorie degli eventi da ammettere a finanziamento. Tre sono i gruppi di attività individuati dalla delibera: eventi già realizzati alla data del 9 marzo 2020; eventi realizzati in parte, o ancora da realizzare ma per i quali il richiedente ha già sostenuto costi prima del lockdown; ed enti non ancora realizzati. Inoltre è stata introdotta la deroga che prevede di attribuire il massimo punteggio a tutte le domande, presentate per l’attività di accoglienza turistica, così da riconoscere il massimo della spesa ammissibile. La Giunta ha deciso inoltre - fermo restando che il finanziamento provinciale copre il 75% della spesa ammessa per ciascuna Pro loco - di ridurre proporzionalmente il contributo solo per l’attività di animazione turistica nel caso di eventi svolti in toto o in parte. Non è stata invece ridotta la quota per l’attività di accoglienza.

Le due deroghe sono motivate dal fatto che per le Pro Loco sono venuti meno gli introiti dell’attività di animazione turistica, in particolare gli eventi cancellati causa il Coronvirus. Inoltre - è sempre la delibera a sostenerlo - le stesse Pro Loco hanno un ruolo importante nella valorizzazione del territorio e nello sviluppo diffuso della cultura dell’accoglienza e come tali vanno sostenute: “Queste attività assumono particolare importanza in fase di ripresa post Covid in quanto concorrono ad aumentare la qualità dell’esperienza del turista”.

Stanziato oggi il finanziamento complessivo di 850 mila euro, si rimanda ad un successivo provvedimento l’approvazione delle graduatorie delle domande di contributo presentate dalle singole associazioni per l’attività da svolgersi nel corso del 2020. Lo stesso provvedimento deciderà circa la concessione del contributo per l’attività di accoglienza turistica e per gli eventi svolti o solo in parte. 

La terza tipologia di eventi - non realizzati, benché previsti originariamente in una data successiva al 31 luglio, né spostati ad altra data - sono cancellati d’ufficio dalla graduatoria, così come sono sospesi i finanziamenti degli eventi che si potranno svolgere nel corso del 2020. “Qualora nel corso dell’anno - conclude la delibera - tali eventi avessero luogo si procederà alla concessione del relativo finanziamento".



21 visualizzazioni

Metti "mi piace" per ricevere gli aggiornamenti

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • White Facebook Icon