top of page

Castel Ivano. Presentato ieri “Confluenze Territoriali" il rapporto socio-economico della CRVT





Nella serata di venerdì 27 ottobre al Castello di Castel Ivano è stato presentato il primo rapporto socio economico sul territorio di competenza della Cassa Rurale Valsugana e Tesino. Un progetto per il territorio e le sue comunità.


Un folto pubblico di amministratori pubblici, imprenditori, rappresentanti di categoria, dirigenti di istituti di istruzione e di enti preposti alla cura della persona ha assistito alla presentazione dei risultati dell'indagine socio-economica realizzata dalla Cassa Rurale Valsugana e Tesino sui Comuni del proprio territorio di competenza. Un progetto ambizioso che offre una panoramica dettagliata e completa sulla demografia, la situazione sociale e l'economia locali.

Il titolo “Confluenze territoriali” nasce dalla esigenza di costruire una mappa del territorio attorno a un confine, quello fra le tre province dove si estendono i comuni oggetto dell’indagine, che è stato al tempo stesso lacerazione e frammentazione ma dal quale proviene la particolare identità di queste zone.


Da sinistra il Presidente Arnaldo Dandrea, Francesco Biasioni e il Direttore generale Paolo Gonzo

Lo studio è stato condotto nel corso di diversi mesi e offre una visione approfondita della nostra comunità e dei suoi bisogni. Il volume, di 84 pagine, è composto da quattro capitoli ognuno preceduto da un estratto dei principali punti analizzati e rilevati.

La situazione demografica L'indagine ha fornito preziose informazioni sulla composizione demografica della popolazione, inclusi dati sulla distribuzione per età e genere con una particolare attenzione al fenomeno della bassa natalità. Un ritratto quindi della fisionomia delle nostre comunità che comprende anche i dati su istruzione e occupazione;

Valori e prospettive della società Nel corso del mese di maggio e giugno sono state intervistate circa 800 persone: i risultati hanno potuto rilevare il livello di benessere percepito, lo stato del rapporto diretto con la propria comunità di riferimento e con il proprio ambito familiare, speranze e timori per il futuro;

Le condizioni economiche: un quadro generale Una attenzione particolare è stata rivolta al tessuto produttivo, la sua struttura produttiva locale e il suo stato di salute. L’analisi dei redditi delle persone fisiche completa il panorama, al cui orizzonte si aggiungono le nuove sfide legate a produttività e innovazione.

Il “sentiment” degli imprenditori L'analisi condotta in questo ambito ha esaminato l'occupazione, l'imprenditorialità, lo stato di salute delle imprese e la redditività. Il quadro è stato delineato e completato con le 114 interviste ad imprese di varie dimensioni e attive in più settori;

il Presidente della Cassa Rurale Arnaldo Dandrea riguardo le motivazioni che hanno portato a questo progetto, ha dichiarato: "Questa indagine offre una panoramica dettagliata delle nostre comunità e delle sue dinamiche economiche e sociali. Questi dati saranno fondamentali per gli amministratori locali, gli imprenditori e per tutti coloro che vogliono fare la differenza. Con una comprensione approfondita delle nostre forze e delle nostre sfide, possiamo lavorare insieme per costruire un futuro migliore per tutti i nostri concittadini."

Il progetto ha visto la partecipazione attiva di due giovani: l’autore Francesco Biasioni (laureato magistrale in Economic and Social Sciences e attualmente Research associate presso il Fondo per la Repubblica Digitale e Research assistant al PNRR Lab di Sda Bocconi) con il supporto di Verdiana Pasqualini (laureata magistrale in Mathematics for Data Science), a cui è stata affidato il progetto grafico e l’interpretazione visiva dei dati.

All’evento ha preso la parola anche Valeria Ferraretto dottoranda al Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Trento, con un intervento intitolato “Demografia ed economia: un legame a doppio filo” dove ha analizzato e approfondito alcuni aspetti della crisi demografica in relazione ai possibili effetti sull’economia.

Il saluto finale è stato affidato al Direttore generale Paolo Gonzo che ha voluto sottolineare “il potenziale di questo progetto, che ha saputo costruire una mappa del territorio con i suoi punti di forza e criticità. Voglio rimarcare che questa iniziativa editoriale nasce non solo per coinvolgere, ma anche interrogare la comunità nel suo insieme” e conclude “per questo la mia postfazione nel libro inizia con la frase di Walter Benjamin “esistere è una questione collettiva”: la restituzione alla collettività di questo lavoro è parte integrante del nostro modo di concepire il rapporto e la convivenza tra noi tutti “

L'intera pubblicazione sarà resa disponibile al pubblico sul sito della Cassa Rurale www.cr-valsuganaetesino.net in modo da consentire a tutti i cittadini di accedere alle informazioni e di partecipare attivamente alle discussioni sulla crescita e lo sviluppo della nostra comunità.

1.453 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Erminia Bruna Menin, una pittrice da riscoprire

di MASSIMO DALLEDONNE Era la zia del pittore Guido Polo. Il personaggio che vogliamo presentare questo mese è Erminia Bruna Menin, una figura ancora oggi poco conosciuta in Valsugana, nata a Borgo il

Comments


bottom of page