Bruno Lucchi: «Fotografo i fiori per regalare loro futuro»




di BRUNO LUCCHI


LEVICO TERME – Eccoci qui. Di nuovo liberi. Sì, perché la cosa che è mancata di più, durante questa inaspettata quarantena – per tutti, immagino – è stata la Libertà.

La mia mente progetta ininterrottamente, senza pause. No stop H24.

L'immobilità forzata; l'annullamento di mostre ed eventi in programma in diverse parti della Penisola; la possibilità negata di cogliere, con scatti fotografici, attimi di vita, di città, di persone o paesaggi naturali, hanno messo a dura prova il mio estro creativo.

Chi mi conosce lo sa, mi piace condividere esperienze, viaggi, conoscenze, incontri della mia vita privata e professionale.

(Proprio da queste mie peculiarità è nata l'idea di queste “Cartoline”).

Ciò nonostante mi reputo fortunato...

In questi giorni di isolamento, la noia non mi ha fatto visita.

Ecco le ore delle mie giornate di questo “tempo sospeso”, come dicono tutti. Fatta colazione, ogni mattina, prestissimo mi presento nel mio studio – fortezza di ispirazioni – in faccia alle muse a produrre Arte.

Pomeriggio al “Molo 51”. “Casa-Albergo” delle mie opere: Bellezze rassicuranti. A sera spettatore-ospite in giardino. Una compagnia, di attori e attrici in raffinati abiti dalle mille sfumature, ansiosa mi attende. Va in scena l'armonia: Rose, Iris, Peonie, Papaveri offrono il meglio di sé.

Prima di rientrare in casa per la cena, il rito del congedo: come viandante affaticato, attraverso a rilento il roseto. Alfabeto di colori e di profumi.

Poesia a ringraziamento di un giorno che va a concludersi.

Dopo il lungo inverno, la primavera finalmente ci ristora di allegria, ci nutre di luce; dà respiro con la sua impareggiabile epifania. Un'esplosione di forme, di curve, di linee delicatamente ingarbugliate danzano davanti agli occhi, alternando colori diversi: rosso, fucsia, violetto, verde.

Evocano “la Danza” di Matisse.

Fiori, ancora fiori. Mi chiedo perché questa mia ostinazione a fotografarli. E' vero...


LEGGI L'ARTICOLO INTEGRALE E GUARDA LE MERAVIGLIOSE FOTO DI BRUNO LUCCHI

CLICCA SULL'IMMAGINE SOTTO PER SFOGLIARE IL PDF




33 visualizzazioni

Metti "mi piace" per ricevere gli aggiornamenti

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • White Facebook Icon