top of page

Atletica. Leonardo Fabbri infiamma il Meeting di Pergine






di GIUSEPPE FACCHINI


Leonardo Fabbri ha illuminato il Meeting di Pergine di atletica leggera il 6 luglio scorso.


Il campione europeo di Roma del getto del peso ha infatti vinto la gara con 22,90 ad appena cinque centimetri dal record italiano di 22,95, stabilito sempre dal portacolori dell’Aeronautica il 15 maggio scorso a Savona.  E Fabbri ha fatto registrare in tutti i lanci una costanza da fuoriclasse, su 6 lanci 5 lanci tutti sopra i 22 metri, esattamente 22,05, 22,28, 22,90 appunto, 22,81, 22,24.

Ottime prestazioni nel getto del peso anche per Zane Weir delle Fiamme Gialle, campione europeo indoor, che dopo un infortunio patito in questi mesi, ha fatto registrare un 21,21. Riccardo Ferrara dei Carabinieri ha lanciato a 20,98 record personale, il sudafricano Kayle Blignaut a 20,44.

Il tutto sotto l’attenta guida dell’allenatore Paolo Dal Soglio.  

Le premesse per una grande Olimpiade per Fabbri e Weir ci sono tutte.

Il Meeting di Pergine organizzato dalla Polisportiva Oltrefersina guidata da Stefano Sartori con Lara Bergamini responsabile del settore e da Non solo running ha offerto ottimi risultati anche nelle altre gare.


Nei 100 metri vittoria del trentino Lorenzo Ianes (Athletic Club 96 Alperia) in 10”41 su Mario Lambrughi (Riccardi Milano) e in campo femminile di Carlotta Fedriga (Atletica Forlì) in 11”53. Terza Costanza Donato che qualche anno fa militava nel Gs Valsugana Trentino

Nei 400 metri vittoria dello spagnolo Inaki Canal in 46”13 sull’americano Daeqwan Butler e al femminile di Marlie Viljon in 53”96 davanti all’inglese Charlotte Kelsey in 54”01. 

Giulio Lutterotti (Quercia) si è imposto nella gara dei 400 metri extra. Negli 800 metri vittorie per Lori Kelvin Kimitai e dell’olandese Priscilla Val Oorschot, nella gara extra Alessandro Trevisan (Atletica Trento) si è imposto in 1’57”49 .

Ottima prestazione per la rivana Asia Taverini (Fiamme Oro) che nel salto in alto ha ottenuto 1.84 con una pista bagnata, a causa della pioggia scesa nell’ultima parte del Meeting che ha causato una breve interruzione delle gare.

Nel salto in lungo l’americano Will Williams ha vinto con 8,70 e al femminile si è imposta Elisa Naldi (Carabinieri) con 6,14. Le gare si sono concluse con i 3000 metri vinti da Giuseppe Gravante (Calcestruzzi Corradini). 

266 visualizzazioni0 commenti

Comentarios


bottom of page