Abramo Andreatta: un pinetano "Alla memoria" per il 2020





di GIOVANNI FACCHINI

Sulla figura e sull’opera del maestro Abramo Andreatta (1908-1990), del quale nel 2020 cadeva il 30° anniversario dalla scomparsa, sono usciti successivamente due volumi: Il cantore delle api e Mia carissima Mariotta.


Il primo raccoglie la biografia di Abramo Andreatta insegnante e sindaco di Bedollo, dagli oltre 30 anni di attività scolastica ai lavori infrastrutturali realizzati nel periodo di pubblico amministratore, fino all'apicoltura e al suo ruolo di presidente del Consorzio Apistico, della Cooperativa Apitrento e direttore della rivista Le nostre api da lui fondata nel 1973.

Il secondo volume, Mia carissima Mariotta raccoglie l'epistolario con Maria Ambrosi, la futura moglie, durante la Guerra d’Etiopia e la seconda guerra mondiale nel periodo compreso tra il 1935 e il 1942. A corredo della raccolta di 150 lettere vi sono foto d’epoca selezionate con cura dall'autore.

Nelle lettere emerge che, nel periodo trascorso in Africa, il maestro fondò una scuola frequentata da oltre cento allievi che prevedeva l’insegnamento della lingua italiana. Tornato in seguito a Bolzano, intraprese il lavoro di apicoltore. Livio Andreatta, suo allievo, nell’introduzione afferma che «la storia che esce da queste pagine è affascinante e coinvolgente. Il racconto di quel periodo si intreccia con quello di due innamorati e della fierezza di servire la patria con la “P" maiuscola».

Si ringrazia Tullio Campana per la collaborazione






37 visualizzazioni0 commenti