A un mese dalla scomparsa, Mauro Andreatta ricorda l'amico Claudio Gadler


Il 22 febbraio scorso in seguito a un tragico incidente in montagna veniva a mancare Claudio Gadler, molto conosciuto in tutta la Valsugana in modo particolare per le sue passioni sportive. Il presidente del GS Valsugana, Mauro Andreatta, lo ricorda con commozione e affetto...

di GIUSEPPE FACCHINI

È trascorso un mese dalla scomparsa di Claudio Gadler, vittima il 22 febbraio scorso di un incidente in montagna travolto da una valanga sul monte Fregasoga, nella catena del Lagorai tra Valfloriana e l’altopiano di Piné, proprio sui monti che aveva sempre amato e che ha sempre rispettato. Claudio, 63 anni, ha lasciato la moglie Adriana, la figlia Gloria con Michael, il nipote Leonardo e le sorelle Antonietta, Renata, Loredana, Annalisa, Simonetta, Susanna. Il papà Mario era stato Sindaco negli anni settanta del Comune di Vignola Falesina, la mamma Caterina apprezzata portalettere.

Claudio era conosciutissimo, come persona seria e impegnata nel volontariato, sempre al servizio degli altri.

Ha lavorato come autista soccorritore in Trentino Emergenza ed è stato animatore del gruppo “W la fuga”, gruppo nato nel 2007 con la passione per il ciclismo e lo scialpinismo. Era attivo anche nel gruppo Alpini.

Claudio Gadler è stato un grande atleta di corsa in montagna. Ancora da ragazzo lo vedevi sfrecciare di corsa in tanti percorsi impegnativi ed in particolare verso l’amata Panarotta.

Ha sempre corso come tesserato del Gs Valsugana, nelle gare più faticose. Ha vinto tantissimo nella corsa in montagna, un vero recordman.

Il Presidente Mauro Andreatta lo ricorda così: «Claudio è stato davvero un grande atleta e una grande persona, sempre pronto a dare una mano anche nell’organizzazione delle gare. Abbiamo corso insieme tante volte. E’ stata una persona importantissima per l’atletica a Pergine, sempre presente, sempre impegnato, un esempio per tutti dal lato sportivo ed umano. Tanti si sono avvicinati allo sport ammirando Claudio. Ha sempre amato tantissimo il Trofeo Panarotta, la sua gara preferita. Quest’anno dedicheremo la corsa al suo nome, è il minimo che possiamo fare per ricordarlo. Grazie Claudio».



770 visualizzazioni0 commenti
© Copyright il Cinque/Media Press Team

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • White Facebook Icon