top of page

Telve. Al via il progetto di Ospitalità diffusa Ospitar: 547 le seconde case





In agosto saranno due le serate di presentazione alla cittadinanza dell’opportunità di sviluppo territoriale Ospitar, già attivo in 12 comuni del Trentino e in tre comuni della Lombardia.


Il Comune di Telve Valsugana ha deciso in partnership con la società benefit Community Building Solutions di Trento di implementare un importante progetto di rigenerazione territoriale, denominato Ospitar. Il progetto è già attivo in numerose zone anche della Valsugana.

Sono molto interessanti le prime elaborazioni statistiche inerenti alle proprietà di seconde case che potenzialmente potrebbero essere interessate dall'iniziativa. Su 547 p.ed individuate, circa il 41% possono essere classificate come seconde case. Inoltre i proprietari di queste strutture hanno per il 77% più di 56 anni e l’81% risiede a meno di 5 km da questa. Tutti dati molto interessanti per l’attivazione di un progetto come questo.

Obiettivo del progetto è quello di costruire un sistema di ospitalità diffusa attraverso l’intercettazione del sistema di seconde case privato, con l’obiettivo di: migliorare l’offerta turistica locale e soddisfare la domanda crescente di un modo diverso di vivere e godere del territorio; dare l’opportunità ai/alle proprietari/e di aumentare l’utilizzo del proprio immobile di seconda casa, anche in un’ottica di integrazione al reddito familiare; favorire la manutenzione degli immobili, riqualificando le seconde case supportando i/le proprietari/e in questo percorso con l’obiettivo di migliorare la qualità del patrimonio esistente diminuendone contestualmente l’impatto sul territorio; creare nuove occasioni per il tessuto sociale ed economico locale, dalla ristrutturazione o messa a norma degli immobili alla fornitura di servizi condivisi, quali pulizie, cambio biancheria, custodia, consegna chiavi, accoglienza ospiti, gestione del portale online.

L’ospitalità diffusa è un’opportunità che può essere calibrata in base alle esigenze dei/delle proprietari/e, tenendo conto in primis di volontà e abitudini pregresse di utilizzo del patrimonio, ma anche di potenzialità gestionali in termini di tempo, interesse, competenze.

Ospitar garantisce anni di esperienza in questo campo e un servizio su misura per chi vorrà intraprendere la via dell’affitto temporaneo nel proprio immobile. I proprietari verranno accompagnati in ogni fase del processo con servizi, dati e formazione specifica per valutare le possibilità e trovare le soluzioni più interessanti. Negli anni Ospitar ha attivato più di 150 strutture e attualmente ne gestisce attivamente più di 60. Inoltre la fase di startup per i primi 15 immobili che aderiranno è completamente gratuita - sopralluogo iniziale, adempimenti burocratici, fotografie, descrizione, iscrizione ai portali, formazione per la gestione… C’è tempo fino al 30 settembre per aderire.

Le serate di presentazione del progetto aperte a tutta la cittadinanza si svolgeranno il 17 agosto ore 17.30 il ristorante “La Ruscoletta” in loc. Musiera, e il 24 agosto ore 17.30 presso L’hotel “Aurai” in loc. Calamento. Un’occasione per toccare con mano le potenzialità del territorio e del progetto. L’ingresso è libero e gratuito, ma per questioni organizzative è gradita la prenotazione entro rispettivamente il 14 e il 21 agosto scrivendo a info@ospitar.it o chiamando lo 0461095196,

218 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page