Dal 5 giugno a Castello Tesino eventi per un diverso sguardo sul futuro delle comunità montane




Sabato 5 giugno alle 20.45 al Cinema Teatro di Castello Tesino prende il via il nuovo ciclo di eventi pubblici promossi dalla Fondazione Trentina Alcide De Gasperi, che ogni sabato di giugno proporrà un diverso sguardo sul futuro delle comunità montane. Tutti gli incontri saranno ad ingresso libero, con prenotazione obbligatoria.



Il futuro dei luoghi di montagna passa attraverso la disponibilità delle persone che li abitano a prendersene cura in maniera creativa e sempre nuova, sviluppando una visione che sappia guardare oltre le contingenze e dare un senso compiuto a un percorso di comunità. Il ciclo di quattro eventi pubblici proposti da Rifugi del pensiero – Destinazione Tesino nasce con questa consapevolezza e l’obiettivo di realizzare occasioni di incontro e confronto tra la cittadinanza e alcuni ospiti d’eccezione, innamorati della montagna e capaci di posare sguardi nuovi sul mondo.

Un percorso dedicato al futuro delle terre alte e in particolare al Tesino, che prenderà il via sabato 5 giugno, con una serata-spettacolo animata da Marco Albino Ferrari, una delle voci più autorevoli della cultura di montagna, già fondatore e per anni direttore di Meridiani Montagne e fresco vincitore del premio Itas del libro di montagna.

L’evento, che andrà in scena alle 20.45 nella sala del Cinema Teatro San Giorgio di CastelloTesino (a ingresso gratuito, ma con prenotazione obbligatoria) si intitola “Viaggio nelle Alpi. Storie di uomini, animali e montagne” e accompagnerà il pubblico a scoprire il volto più segreto – e anche per questo affascinante – delle nostre montagne. I luoghi divenuti famosi grazie all’industria del turismo hanno plasmato un certo immaginario delle terre alte, che non basta però a definirne l’essenza. Come spiega l’autore, infatti, “oltre alle località da dépliant patinato, si apre un mondo in gran parte sconosciuto e ormai semi abbandonato dopo lo spopolamento degli anni Sessanta e Settanta. È un mondo denso di storie, di meraviglie destinate a sparire nell’oblio. Un mondo che per molti è ancora segreto”. A questo mondo Marco Albino Ferrari cercherà di ridare vita attraverso un racconto avvincente ed inedito, dove un susseguirsi di incontri inattesi tra uomini, donne, animali e avventure porterà ad emergere un’”altra montagna”, non meno bella, non meno vera, non meno degna di essere vissuta e raccontata.

Posti e prenotazioni

L’incontro è a ingresso gratuito, ma la prenotazione sarà obbligatoria a causa delle prescrizioni sanitarie vigenti. È possibile prenotare il proprio biglietto, fino ad esaurimento dei posti disponibili, esclusivamente online attraverso la piattaforma Eventbrite, raggiungibile dal link pubblicato sul sito della Fondazione (www.degasperitn.it), nella sezione dedicata all’evento.

La registrazione della serata sarà resa disponibile sul canale Youtube e sul sito della Fondazione.

Marco Albino Ferrari è una delle voci più autorevoli della cultura di montagna. Nel 2002 ha fondato la rivista Meridiani Montagne, che ha animato per un quindicennio. Negli anni Novanta ha diretto la rivista "Alp" e a Sondrio ha creato il museo interattivo CAST, CAstello delle STorie di montagna. Scrive testi teatrali, è autore di numerose pubblicazioni, ha curato la collana "Storie di Montagna" per il Corriere della Sera e per l’Editore Hoepli dirige la collana "Stelle Alpine". Nel 2021 è stato insignito del Premio ITAS del libro di montagna.

Gli eventi pubblici di Rifugi del pensiero – Destinazione Tesino proseguiranno poi a cadenza settimanale, ogni sabato alle 20.45 presso il teatro di Castello Tesino. Il 12 giugno ospite della serata sarà l’esploratore e geografo Franco Michieli, che intervistato dalla direttrice di Meridiani Montagne Paola Paci racconterà di come possa essere vissuta a fondo la relazione con la natura in montagna; il 19 giugno il palco si allargherà invece ad accogliere una tavola rotonda dedicata alle “Donne in montagna” con le imprenditrici Vea Carpi e Viviana Maffei e la Presidente Cipra Italia Vanda Bonardo, moderate dalla giornalista Fausta Slanzi; infine, a tirare le somme il 26 giugno sarà l’antropologo culturale Marco Aime, che dialogherà con il direttore de l’Adige Alberto Faustini sul tema “Ripensare la comunità”.

Il percorso è realizzato con il contributo della Strategia nazionale Aree Interne – Area strategica Tesino.



1,019 visualizzazioni0 commenti