top of page

Comunità di Valle Alta Valsugana e Bersntol: Andrea Fontanari eletto nuovo presidente


Andrea Fontanari (G. Facchini/il Cinque)



di GIUSEPPE FACCHINI


Andrea Fontanari, Sindaco di Sant’Orsola Terme, è il nuovo Presidente della Comunità di Valle Alta Valsugana e Bersntol.


E’ stato eletto dalla Conferenza dei Sindaci e succede a Pierino Caresia, prima Presidente e poi Commissario.


Presidente, quale il suo identikit?

«Sono funzionario tecnico nel Comune di Pergine da quasi 25 anni, in precedenza ho lavorato anche nel settore privato. Ho sempre svolto attività nel volontariato, nella Proloco, nello Sci Club, nell’Associazione Pescatori. Ho praticato atletica leggera con buoni risultati, nel mezzofondo veloce 800 e 1500 metri, staffette, anche nel giro azzurro Under 18 nelle società Cavit Virtus Marzola, Cinque stelle Seregnano e Civezzano. Devo dire che grazie allo sport, ho imparato a intraprendere sempre qualunque cosa con serietà e dedizione puntando sempre ad approfondire la conoscenza. Sono stato consigliere comunale a Sant’Orsola e in Comunità di Valle anche con il ruolo di Presidente della Commissione sport, turismo, cultura, ambiente. Nel 2000 sono stato eletto Sindaco di Sant’Orsola Terme».

Come è stata finora l’esperienza in quel ruolo?

«Siamo un bel gruppo insieme alla Giunta e alla maggioranza, partiti con la promessa di fare il bene del paese, un gruppo coeso con il quale ci si conosce da ragazzi. Si lavora molto, in particolare nell’ambito tecnico, sociale e ambientale, premiati anche come comune plastic free. Sono contento del team anche di quello amministrativo. C’è poi molta sinergia e collaborazione con gli altri comuni della Valle dei Mocheni e Vignola Falesina, è questo è ben visto anche a livello provinciale per puntare insieme a uno sviluppo concreto della zona. Forse anche questo è stata la chiave quando gli altri Sindaci hanno proposto il mio nome come Presidente, avevo un po’ di timore inizialmente e poi ho maturato la decisione di accettare l’incarico».


Quali le prime mosse in tale veste?

«Punto a conoscere il sistema e la macchina amministrativa dell’ente in punta di piedi nel rispetto della Legge provinciale molto snella ma concreta che ci permette di costruire una Comunità a misura di territorio. Incontrare quindi il personale e a seguire le singole amministrazioni dei 15 comuni del territorio con incontri con Sindaci e consigli comunali per capire le varie esigenze. Una volta costituito il Comitato esecutivo saremo pienamente operativi con un gruppo sicuramente coeso e adottando un metodo di lavoro che renda tutti partecipi nella stessa misura, interagendo anche con le altre Comunità di Valle».

Gli obiettivi da perseguire?

«Dopo l’adozione del regolamento di comunità e la costituzione dell’assemblea della pianificazione e dello sviluppo ci orienteremo a costruire questa sinergia sui grandi temi, energia, famiglia, ambiente, viabilità primaria, coinvolgendo esecutivo ed assemblea. E’ importante dare dignità all’ente perché sia veramente al servizio dei comuni e dei cittadini, come nel settore sociale che è la competenza principale e in quello turistico. Allo stesso modo tengo particolarmente alla valorizzazione dell’associazionismo e del volontariato creando uno strumento che li possa aiutare ad operare».











526 visualizzazioni0 commenti
bottom of page