C'è il raddoppio della statale 47 fra Castelnuovo e Grigno nel piano della viabilità da 200 mln



Più di 200 milioni di euro (la cifra esatta è 203.685.000) di nuovi interventi in materia di viabilità e ciclabili: è quanto prevede il nuovo Documento di programmazione settoriale, che vale per gli anni 2020-2022, approvato dalla Giunta provinciale con un provvedimento proposto dal presidente Maurizio Fugatti.

Fra le opere che figurano nel documento vi è la riorganizzazione e il raddoppio statale 47 della Valsugana nel tratto tra Castelnuovo e Grigno per 61.485.000 euro. Con questo intervento, si dà attuazione al provvedimento (deliberazione n. 269 di data 01 marzo 2019) con cui la Giunta ha disposto di porre in essere tutte le attività amministrative per l’attivazione della concertazione pubblica sulla proposta del documento di progettazione preliminare relativo alla riorganizzazione e al raddoppio della statale 47 della Valsugana nel tratto tra Castelnuovo e Grigno. Ciò al fine di porre in essere gli ulteriori interventi integrati con quelli in corso per garantire la separazione del traffico veicolare di transito da quello locale, a completamento dei vari interventi di adeguamento che si sono resi necessari per la messa in sicurezza e il miglioramento del flusso veicolare lungo tutto il tratto che si trova nel territorio provinciale.

Per quanto riguarda la Valsugana, altre opere inserite nel documento sono<

la realizzazione barriere paramassi a protezione della strada "dei Crozi" (S-915) per il collegamento ciclopedonale TrentoPergine per 1.500.000 euro; la messa in sicurezza dello svincolo tra la S.S. 47 e la S.P. 83 in Località Mochena per 800 mila euro; uguale importo per la realizzazione di una rotatoria a servizio della SS 47 "della Valsugana per emergenza neve in località Barricata e la realizzazione di un marciapiede a Campolongo di Piné lungo la SP 83 "di Piné".





0 visualizzazioni

Metti "mi piace" per ricevere gli aggiornamenti

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • White Facebook Icon