Trento-Bondone: Pintarally Motorsport la scuderia più rappresentata, il patron Silvano apripista




La Pintarally Motorsport sarà la Scuderia più rappresentata alla 70esima edizione della Cronoscalata Trento-Bondone, in programma nel weekend. Sedici le vetture iscritte dal patron Silvano Pintarelli alla gara, valida quest’anno per il Campionato Italiano Velocità in Montagna e per l’International Hill Climb Cup: dopo lo stop forzato della passata stagione, le adesioni complessive sono state ben 244.


Punta dello squadrone Pintarally Motorsport sarà ovviamente Giuseppe Ghezzi, terzo nel 2019 con la sua Porsche e detentore del record del tracciato con una GT (10’28”62). Ma quest’anno la Scuderia roveretana punta in alto anche con il neoacquisto Thomas Pedrini (Radical Prosport), che fu 16esimo assoluto nel 2018 e può ambire al successo di Classe. Obiettivo che hanno anche Roberto Parisi (Renault Clio) e Renato Paissan (Renault Clio) nella S1600.

L’emozione sarà grande (ma non tanto da tirare su il piede) anche per Andrea Briani su Peugeot 106 A, Rino Lunelli su Mini Cooper S, Michele Marlock su Gloria C8, Giorgio Marzari su Peugeot 306 N, Valentino Morelli su Peugeot 106 N, Manuel Morocutti su Honda Type R, Andrea Scoz su Peugeot 106 A, Andrea Zanon su Peugeot 106 A, Claudio Zucol su Bmw 325 E30, Nicola Zucol su Bmw M3 Compact e Dario Baruchelli su Porsche 911 GT3R. A questi va aggiunto lo stesso Silvano Pintarelli, che sarà ancora una volta l’apripista ufficiale della Trento-Bondone alla guida della Ford Fiesta WRC del team Tamauto. Sabato dalle 9 le prove, domenica dalle 10 la gara, purtroppo senza il pubblico ma con la diretta su Trentino Tv.

Non solo Trento-Bondone, nel weekend, per la Scuderia Pintarally Motorsport: Fabio Farina, alla guida della Peugeot 208 R2B del Team GF Racing con Luca Guglielmetti alle note, sarà infatti al via del Rally del Casentino per difendere la leadership del Trofeo Peugeot nel campionato IRC.












209 visualizzazioni0 commenti