Treno delle Dolomiti, via allo studio di fattibilità tecnico-economica


La Provincia autonoma di Trento e RFI, Rete Ferroviaria Italiana S.p.A, collaboreranno allo svolgimento delle valutazioni preliminari sulla fattibilità tecnico-economica di un collegamento ferroviario tra le due linee commerciali “Primolano – Bassano del Grappa” e “Belluno – Montebelluna”. RFI realizzerà lo studio, la Provincia fornirà la documentazione e le informazioni in suo possesso e sosterrà la spesa di 64.500 euro. Sarà anche costituito un gruppo di lavoro. Oggi la Giunta ha approvato lo schema di convenzione, con un provvedimento proposto dal presidente Maurizio Fugatti.

Nel 2017 è stato approvato lo schema di Protocollo d'intesa tra la Provincia di Belluno, la Provincia autonoma di Trento e la Ragione Veneto per la realizzazione di un collegamento ferroviario nella direttrice Feltre - Valsugana - Trento. Nel febbraio scorso la Giunta provinciale ha approvato lo schema di convenzione tra la Provincia di Belluno e la Provincia autonoma di Trento per l'avvio del progetto "Treno delle Dolomiti - ferrovia bellunese (Sud)".

Lo studio di fattibilità comprenderà: la valutazione plano-altimetrica del tracciato del nuovo collegamento secondo tre alternative;

la valutazione preliminare dei costi associati a ciascuna alternativa di tracciato ai fini di una analisi preliminare di redditività; lo studio di trasporto, finalizzato sia alla valutazione dei prevedibili effetti sulla mobilità intercomunale sia alla valutazione di indicatori da utilizzare nell’ambito dell’analisi preliminare di redditività dell’investimento; l’analisi finalizzata all’individuazione della migliore delle alternative esaminate; l’analisi costi benefici della migliore alternativa. Il tempo previsto per la conclusione dello studio è di 270 giorni.





275 visualizzazioni0 commenti