Sicurezza, limite di velocità massimo a 60 km/h per tutti i veicoli su tre nuove strade



A partire dalla vigilia di Ferragosto, tre nuovi tratti della rete stradale provinciale si aggiungono all'elenco delle arterie interessate dal limite massimo di velocità di 60 chilometri orari. Questo limite riguarda tutte le categorie di veicoli e scende a quota 50 chilometri orari in alcune aree, come centri abitati o segmenti particolarmente insidiosi. Lo ha deciso la Giunta nella seduta di ieri, su proposta del presidente della Provincia autonoma di Trento: alzare il livello di sicurezza e ridurre il numero di incidenti sono le motivazioni alla base di questa misura, entrata in vigore nelle scorse settimane su altre tratte stradali del territorio provinciale.


Le nuove arterie in cui i limiti di velocità per i veicoli sono scesi a 60 chilometri orari, sono la strada statale 349 della Val d'Assa – Pedemontana Costo nel tratto compreso tra la rotatoria a valle di Vattaro e località Carbonare di Folgaria; la strada statale 350 di Folgaria e Val d'Astico e la strada provinciale 2 Rovereto – Folgaria. Su questi tratti si intende contrastare in primis il pericoloso fenomeno delle motociclette ad alta velocità, così come richiesto recentemente anche dall'Amministrazione comunale di Folgaria

Le altre strade provinciali in cui il nuovo limite di velocità è già entrato in vigore, sono: - S.P.85 del Monte Bondone: dall’innesto con la S.S. 45 bis Gardesana Occidentale, passando per località Sardagna, Candriai, Vaneze, Norge, Vason, Viote, Lagolo, fino a fine strada, corrispondente all’intersezione a rotatoria con la S.P.84 di Cavedine e la S.P.251 di Ponte Oliveti, nei comuni di Trento e Madruzzo. - S.P.25 di Garniga: dalla fine del centro abitato di Garniga Terme, passando per località Garniga Vecchia, fino a fine strada in località Viote, corrispondente all’intersezione con la S.P.85 del Monte Bondone, nei comuni di Garniga Terme e Trento. - S.P. 3 del Monte Baldo: iniziando poco a monte della fine del centro abitato di Brentonico, passando per località San Giacomo, San Valentino, Rifugio Graziani, Bocca di Navene, Dossioli, fino al confine con la provincia di Verona, nei comuni di Brentonico e Avio. - S.S. 240 di Loppio e della Val di Ledro, nel tratto della Val D’Ampola, fino all’inizio del centro abitato di Storo, nei comuni di Ledro e Storo. Diversamente dagli itinerari sopra elencati, per i seguenti percorsi, verrà istituito il limite massimo di velocità di 60 km/h, in entrambi i sensi di marcia, per la sola categoria dei motocicli, nelle tratte non soggette già ad un limite inferiore di 50 km/h (valido per tutte le categorie di veicoli): - S.S.42 del Tonale e della Mendola: nel tratto compreso tra la fine del centro abitato di loc. Passo del Tonale, passando per Vermiglio, fino all’inizio del centro abitato di loc. Fucine. - S.P.31 del Passo Manghen: nel tratto compreso tra l’inizio del passo, in corrispondenza dell’intersezione con la S.P.65 Panoramica della Valsugana, passando per loc. Calamento, Passo Manghen, loc. Ponte Stue, loc. Canton, fino all’intersezione con la S.P.232 di Fiemme dir Molina, nei comuni di Telve e Castello-Molina di Fiemme.


509 visualizzazioni

Metti "mi piace" per ricevere gli aggiornamenti

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • White Facebook Icon