Servizio civile e Garanzia giovani: 32 progetti per 63 posti. Fra le sedi Roncegno, Cembra, Piné


Trentadue progetti promossi da 23 organizzazioni sull’intero territorio trentino. È il Servizio civile universale provinciale (Scup), dedicato alle ragazze e ai ragazzi di età compresa tra i 18 e i 28 anni.

TRENTO – Si tratta di progetti legati a Garanzia giovani, per partecipare ai quali è necessario aver aderito all'iniziativa. Un’esperienza formativa e di crescita personale, con la quale ci si mette alla prova, si acquisiscono nuove competenze e ci si prepara al mondo del lavoro.

I posti disponibili sono 63: sul sito del Servizio civile sono disponibili a partire da oggi – 15 aprile – tutti i progetti con opportunità sia nelle città sia nelle valli. La data di chiusura della raccolta delle candidature è fissata da ogni singola organizzazione.

I giovani che partecipano ai progetti ricevono un compenso di 600 euro mensili (per un impegno di 30 ore settimanali medie). L’Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili ha lanciato una campagna ad hoc con manifesti alle fermate degli autobus e nelle stazioni e un video trasmesso sul digiwall di via Petrarca a Trento.

Gli ambiti di attività sono eterogenei e spaziano dalla valorizzazione dell'ambiente (4 progetti) all’animazione (3 progetti), senza dimenticare assistenza (8 progetti), comunicazione e tecnologie (6 progetti), scuola e università (2 progetti), cultura (3 progetti), educazione e formazione (5 progetti), sport e turismo (1). A proporre i progetti sono stati associazioni, Apsp, università, cooperative, Comuni, fondazioni, musei e consorzi. La durata è variabile: la maggior parte dei progetti (23) si sviluppa lungo un intero anno.

Ce ne sono però anche uno da 8 mesi; cinque da 6 mesi; uno da 4 mesi e due da 3 mesi.

Le sedi nelle quali si svolgeranno le attività si trovano sull’intero territorio, con numeri più alti nei centri più popolosi: a Trento ci sono 18 progetti, mentre 4 sono a Rovereto; Cles e Lavis ne hanno 2 ciascuna; hanno un solo progetto Arco, Baselga di Piné, Borgo d’Anaunia, Cembra-Lisignago, Folgaria, Isera, Malé, Riva del Garda, Roncegno, Sanzeno. Alcuni progetti possono svilupparsi su più sedi, per questo le località indicate sono 36.

Ogni giovane può candidarsi ad un solo progetto. È dunque fondamentale valutare con attenzione le singole proposte e contattare le organizzazioni proponenti per eventuali chiarimenti. È molto importante che la scelta sia convinta e consapevole, anche perché dopo l’iscrizione al Servizio civile provinciale – dopo la necessaria adesione a Garanzia giovani – i candidati saranno convocati dal soggetto che propone il progetto per una valutazione attitudinale. Solo al termine dei colloqui sarà stilata la graduatoria.

Le informazioni di dettaglio sui singoli progetti e sulle modalità di iscrizione sono reperibili sul sito del Servizio civile provinciale (https://serviziocivile.provincia.tn.it/Progetti/(filter)/Progetti%20SCUP_GG ). Per ogni chiarimento relativo al Servizio civile in generale, ai requisiti minimi necessari per partecipare e per dare supporto all'iscrizione e candidatura è possibile rivolgersi all'Ufficio Servizio civile della Provincia.

Eventuali novità o aggiornamenti su www.serviziocivile.provincia.tn.it o tramite la pagina Facebook “WeSCUP il servizio civile trentino”.

Per informazioni generali sul servizio civile o sulle modalità di partecipazione è possibile contattare l'Ufficio servizio civile in via Grazioli,1 a Trento - uff.serviziocivile@provincia.tn.it – telefoni: 0461 493 100-156-217.

Come iscriversi al Servizio civile universale provinciale (Scup) e aderire a Garanzia Giovani: https://serviziocivile.provincia.tn.it/adesione#iscriviti

Cos’è Garanzia Giovani: https://serviziocivile.provincia.tn.it//Il-servizio-civile-universale-provinciale-nel-programma-Garanzia-Giovani




198 visualizzazioni0 commenti