top of page

Rugby: proficuo incontro tra società regionali, il tecnico Filippini ha spiegato novità e obiettivi


La riunione di Noriglio


Aumentare il senso di appartenenza e il livello di gioco dei rugbisti e delle rugbiste trentine. Sono questi gli obiettivi per la stagione del rugby regionale, riunitosi ieri sulla tribuna del campo di Noriglio, a Rovereto.


Nella serata, che ha coinvolto tecnici e dirigenti regionali alla presenza del delegato provinciale di Trento Fabio Pavanelli e di Bolzano Mauro Martelli, il tecnico formatore di area Mattia Filippini ha illustrato le novità per la stagione imminente. Che non mancano di certo e riguardano in particolar modo il settore giovanile. Si va dai cambi di regolamento in particolare per l’under 13, all’istituzione del rugby a 5 per promuovere la palla ovale, dal progetto “DoloMitiche 2.0” riservato alle ragazze fino alla possibilità di organizzare un torneo “beach” e un “seven” a primavera per i rugbisti in erba. Ma c’è anche, come detto, la questione territoriale: “I ragazzi - ha spiegato Filippini - per ora non hanno modo di rappresentare la propria regione, non giocano per il proprio territorio. Svolgono allenamenti mirati lontani da

Mattia Fillippini

casa, in Veneto, per poi far parte, se chiamati, della selezione veneta giovanile dei Dogi. Il nostro obiettivo è quindi creare una selezione under 17 e under 19 che possa difendere i colori del Trentino Alto Adige e disputare degli incontri di carattere almeno interregionale. A tal proposito, in occasione dell’inaugurazione del nuovo campo del Lagaria che prevedeva un incontro internazionale, una nostra selezione giovanile avrebbe dovuto incontrare la Serbia. Ciò non è stato possibile causa Covid e ora vogliamo riprovarci ospitando un test match tra la selezione contro quella del Friuli Venezia Giulia. Allo stesso tempo è però necessario aumentare il livello degli allenatori, e questo lo faremo attraverso la figura del tecnico formatore di club, in modo da migliorare di conseguenza il livello dei ragazzi”.

Anche per questo è nato il progetto “Alto livello 2005” che prevede di creare un gruppo di atleti - nati appunto nel 2005 - che possano ambire a giocare in categorie superiori. Un gruppo aperto, visto che in quest’età il fisico dei ragazzi cambia in maniera repentina, al quale potranno di volta in volta accedere nuove leve e che svolgerà ulteriori due allenamenti con un tecnico qualificato oltre a quelli già previsti con i rispettivi club. Alla fine i giovani avranno sostenuto le stesse ore di allenamento di un pari età iscritto a un’accademia in Veneto, ma senza dover affrontare centinaia di chilometri per farlo.


Il Consiglio Federale FIR, facendo seguito all'approvazione del protocollo per la ripresa dell'attività agonistica nazionale ha ufficializzato le formule e le date di inizio del Campionato Italiano Peroni TOP10, della Serie A Maschile e Femminile, della Serie B e della Serie C e dell'Under 18.


Il massimo campionato nazionale manterrà invariata la propria formula per il processo di qualificazione alle fasi finali mentre, con il ritorno a dieci squadre, la retrocessione sarà limitata all’ultima classificata al termine delle diciotto giornate di stagione regolare. Rivista la formula della Coppa Italia, con la partecipazione delle dieci squadre del massimo campionato divise in due gironi da cinque ciascuno, gare di sola andata tra le componenti di ciascun girone e accesso diretto alla finale del 14 marzo per le due prime classificate.

Definite anche le date d'inizio e le formule dei Campionati di Serie A Maschile (8 novembre), Serie A Femminile (18 ottobre), Serie B, C e Under 18 Elite (15 novembre).

Al via anche il Rugby Trento impegnato nel girone B del campionato di serie C. Di seguito le formule e le date di inizio e conclusione del torneo 2020/21 che vede impegnati i gialloblu:


Serie C (15 novembre-13 giugno)

Formula Fase Interregionale: Otto gironi su base geografica.

Gironi A-B-C-D-E-F-G: gironi all’italiana con partite di andata e ritorno. La prima classificata accede alla Fase Nazionale, l’ultima classificata disputa nella Stagione Sportiva 2021/22 la Serie C Girone 2.

Girone H: Campionato su organizzazione territoriale con squadre di Serie C Girone 1 e Serie C Girone 2. Partite di andata e ritorno in ambito territoriale. Ogni Comitato Organizzatore qualifica una squadra ai play-off. Play-off Girone H: accedono le prime classificate di ogni Comitato Organizzatore (Puglia, Campania, Sicilia) e la seconda classificata del Comitato Organizzatore come maggior numero di squadre partecipanti. Semifinali di andata e ritorno il 2 e 9 maggio secondo schema definito da sorteggio. Finale di andata e ritorno (16 e 23 maggio) tra le vincenti del doppio turno di semifinale. La vincente della Finale è qualificata alla Fase Nazionale.

Formula Fase Nazionale (andata 6 giugno, ritorno 13 giugno).

Le otto squadre classificate saranno abbinate con criterio geografico per disputare quattro play-off promozione con formula di andata e ritorno secondo il seguente schema:

Squadra A v Squadra B

Squadra C v Squadra D

Squadra E v Squadra F

Squadra G v Squadra H

pubblicità

Le quattro vincenti del doppio turno di Finale sono promosse nel Campionato Italiano di Serie B 2021/22.

Partecipanti.

Girone A: Pordenone Rugby, Rugby Udine, Rugby Conegliano, San Marco Rugby, Venjulia Trieste, ASR Belluno, Rugby Alpago, Rugby Feltre, Rugby Bassano, Rugby Riviera, CUS Ferrara.

Girone B: Rugby Monselice, Rugby Trento, West Verona, Rugby Altovicentino, Rugby Villadose, Rugby Frassinelle, Rugby Mantova, Rugby Fiumicello, Rugby Calvisano, Bassa Bresciana, Botticino Rugby Union.

Girone C: Chicken 2012 Rugby, CUS MIlano, Mastini Rugby, Rugby Rho, Rugby Parabiago, Rugby Lainate, Rugby Cernusco, Delebio Rugby, ASR Milano, Elephant Gossolengo, Amatori Verbania, RC Stezzano.

Girone D: Stade Valdotain, Rugby San Mauro, Cuneo Pedona, Rivoli Rugby, Amatori Novara, Savona Rugby, UR Riviera, Amatori Genova, Cus Pavia

Girone E: Rugby Lyons, Rugby Forlì, Rugby Bologna 1928, Faenza Rugby, Rugby Noceto, Reno Rugby Bologna, Pescara Rugby, UR Sanbenedetto, Banca Macerata Rugby, Abruzzo Rugby, UR Anconitana, Fano Rugby

Girone F: Città di Castello, Rugby Gubbio, UR Arezzo, Cavalieri Prato/Sesto, CUS Pisa, Amatori Cecina, Elba Rugby, Firenze Rugby 1931, Gispi Prato, Rugby Club I Medicei, Olbia Rugby

Girone G: Primavera Rugby, Lazio Rugby 1927, L’Aquila Rugby, Reathyrus Rieti, Arnold Rugby, Rugby Anzio, Montevirginio Mini Rugby, Colleferro Rugby, UR Viterbo, Rugby Frascati Union, RC Latina

Il protocollo federale per gli allenamenti

La Federazione Italiana Rugby ha pubblicato inoltre, a seguito dell'approvazione del Consiglio Federale, la versione aggiornata del protocollo per l'organizzazione degli allenamenti, integrato nella sua nuova versione con le linee guida ed i requisiti necessari per la ripresa in sicurezza dell'attività agonistica nazionale. Il protocollo, che sostituisce le versioni precedentemente pubblicate mantenendo immutate le disposizioni per la ripresa degli allenamenti in sicurezza, richiede l’effettuazione di test sierologici rapidi per atleti, tecnici e staff societari di ogni età e categoria, prima della ripresa di gare, competizioni, allenamenti congiunti con altre società e amichevoli.

FIR riconoscerà un contributo forfettario per l’effettuazione di tali test-sierologici a tutte le Società affiliate, in base all’attività svolta dai singoli Club.




239 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page