Pergine. "Terza guerra mondiale. Sanzioni: la nuova povertà"





Di grande qualità, attualità ed interesse la conferenza dal titolo “Terza guerra mondiale. Sanzioni: la nuova povertà” presso la sala del Consiglio della Comunità Alta Valsugana e Bersntol e che ha avviato il progetto “Le Mappe di Gordio. Viaggio itinerante nel mondo che cambia”


di GIUSEPPE FACCHINI


Il progetto è del think tank Il Nodo di Gordio e dell’associazione Vox Populi, realizzato in collaborazione con i Comuni di Tenna, Caldonazzo, Calceranica, Pergine Valsugana, Baselga di Piné e Levico Terme. Ogni venerdì, a turno, questi Comuni ospiteranno un convegno per favorire l’avvicinamento culturale degli abitanti dei territori coinvolti alle tematiche relative alla politica estera, alla geografia politica ed all’economia internazionale.


I convegni, ospitati nelle sedi dei singoli Comuni, registreranno la partecipazione – in qualità di relatori – di esperti, giornalisti ed inviati di guerra di caratura nazionale che si alterneranno durante i vari appuntamenti.

Le conferenze, tutte collegate tra loro, hanno l’intento di creare un percorso comune di crescita per la cittadinanza di tutte le fasce di età. Attraverso un apparato cartografico dedicato, infatti, saranno fornite al pubblico presente nozioni storico-culturali, geografiche, economiche e religiose dei principali popoli e territori che appaiono quotidianamente sui mass media, al fine di consentire una più immediata comprensione dei fatti di attualità a livello internazionale.

Il primo incontro, trasmesso anche in diretta streaming, presentato dal Presidente Daniele Lazzeri, ha analizzato le prospettive economiche internazionali, e le conseguenze a livello personale, del conflitto in corso in Ucraina, grazie alla qualificata esposizione di Augusto Grandi, ex corrispondente del Sole 24 Ore ed attualmente direttore del quotidiano online Electomagazine. Una relazione che ha permesso di capire di cosa si sta parlando in questo periodo e in modo semplice e diretto. Grandi si è soffermato in particolare sui rischi delle stesse sanzioni messe in atto di Europa, la perdita di fiducia nei mercati, i rapporti tra Russia con Cina e India, i ricarico dei prezzi petroliferi e del gas.

È intervenuto in apertura e chiusura della serata Pierino Caresia, Commissario della Comunità Alta Valsugana e Bersntol Pierino Caresia. L’attore e regista Lucio Gardin ha intrattenuto i presenti con garbo e ironia sulla comunicazione mediatica in tempo di guerra.

Nelle settimane successive arriveranno in Alta Valsugana anche il Capo Ufficio Stampa del CNR Marco Ferrazzoli, lo scrittore e saggista Andrea Marcigliano, il turcologo Fabio L. Grassi dell’Università La Sapienza di Roma, il giornalista del TGR Raffaele Crocco e Gianni Bonini già Vicepresidente del Centro internazionale di alti studi per il Mediterraneo.



363 visualizzazioni0 commenti