Ospedale di Borgo Valsugana: l'assessore Segnana fa il punto con i sindaci e la Comunità di Valle


Quasi tutti i sindaci che fanno capo alla Comunità di Valle della Valsugana e del Tesino insieme al presidente Attilio Pedenzini hanno partecipato alla videocall organizzata dall’assessore Stefania Segnana insieme al direttore generale dell’azienda sanitaria Pierpaolo Benetollo. Un incontro sollecitato dalle amministrazioni locali per fare il punto sul futuro dell’ospedale di Borgo Valsugana.

Il San Lorenzo di Borgo Valsugana è un nosocomio oggi interessato da importanti lavori di ampliamento della superficie a cui seguiranno i lavori di ristrutturazione dei padiglioni esistenti che permetteranno, entro un lasso temporale relativamente breve, di disporre di una struttura all’avanguardia nel panorama sanitario provinciale.

Durante l’incontro sono stati affrontati diverse tematiche relative al piano di riorganizzazione aziendale allo studio da parte dell’azienda sanitaria che verrà presentato prossimamente a tutte le amministrazioni locali. Non solo: è stato fatto il punto sulla campagna vaccinale e sui dati relativi al centro vaccinale di Borgo che sta lavorando a pieno ritmo.

L’assessore Segnana ha condiviso con i sindaci le preoccupazioni relative al turn over del personale medico e ha confermato l’impegno a rendere l’ospedale sempre più attrattivo verso quei professionisti che ad oggi sono sempre più ricercati.

Presente anche il dottor Pierpaolo Benetollo, direttore generale dell’Azienda sanitaria, che ha sottolineato il ruolo strategico degli ospedali di valle che devono puntare alla specializzazione di singoli ambiti medici: «Specializzarsi vuol dire concentrare le forze e le risorse in specifici ambiti territoriali. Nel piano di riorganizzazione ospedaliera che stiamo mettendo a punto puntiamo all’unificazione delle varie offerte specialistiche che non significa centralizzare tutto al Santa Chiara», ha chiarito il direttore generale.

Il dottor Benetollo ha poi anticipato che il primo maggio prenderà servizio il nuovo primario di chirurgia generale, il dott. Valduga, e nelle scorse settimane ha iniziato a lavorare il neo nominato primario di radiologia, dott. Sessa.

Unanime apprezzamento è stato espresso dai primi cittadini valsuganotti per la notizia anticipata dall’assessore Segnana circa l’avvio delle selezioni per l’individuazione del primario di anestesia e di ortopedia per Trento e Borgo, dopo il pensionamento del dottor Bertoldi, colonna del San Lorenzo per molti anni.

«Da parte della Giunta e di tutta l’amministrazione provinciale c’è la massima attenzione al potenziamento dell’offerta ospedaliera territoriale che anche in questo lungo periodo contrassegnato dalla pandemia ha dimostrato la propria valenza e capacità di rispondere alle esigenze dei territori – ha affermato l'assessore Segnana al termine dell'incontro –. In questi giorni il san Lorenzo è risultato covid free e questo è stato reso possibile grazie all’enorme lavoro di tutti gli operatori che ci lavorano ai quali rinnovo il nostro ringraziamento sincero. Nonostante la pressione a cui le strutture di valle sono state soggette in questo ultimo anno, è con soddisfazione che posso dire che hanno retto in maniera encomiabile. Noi continuiamo ad investire risorse convinti che il futuro debba puntare sulla medicina di prossimità capace di integrarsi poi con la struttura ospedaliera centrale».





379 visualizzazioni0 commenti