MUSE "A prova di sostenibilità" con i quiz sull'Agenda 2030



Il MUSE - Museo delle Scienze lancia sul proprio canale Instagram "A prova di sostenibilità", una serie di quiz con domande e curiosità sui 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell'Agenda 2030 dell'Onu. L'iniziativa si inserisce all'interno di "Restiamo curiosi", il nuovo contenitore di proposte digitale del museo.

Quante donne ad oggi hanno ricevuto il premio Nobel per medicina, fisica e chimica? Che cos'è l'Antropocene? E quale è la principale minaccia alla sopravvivenza degli organismi viventi? Sono solo alcune delle domande di "A prova di sostenibilità", i simpatici quiz che ogni martedì e giovedì (fino al 28 gennaio 2021) animeranno il profilo Instagram del museo per mettere alla prova le nostre conoscenze sui 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell'Agenda 2030 dell'Onu. La nuova iniziativa fa parte del progetto "Restiamo curiosi", il contenitore di attività digitali che il MUSE ha lanciato in queste settimane di chiusura. Diversi e profondamente interconnessi tra loro i temi affrontati - dal cambiamento climatico al rischio idrogeologico, dall'Antropocene alla perdita di biodiversità, passando l'impronta ecologica che ognuno di noi lascia sul pianeta -, a cui gli esperti di sostenibilità del MUSE daranno risposte e curiosità attraverso dei brevi video girati tra le sale espositive del museo. Il primo quiz, pubblicato martedì 5 gennaio 2021, ha affrontato il tema della parità di genere parlando di donne di scienza e premi Nobel (qui). «La piattaforma social di Instagram in questi ultimi mesi ha iniziato a trattare sempre più temi relativi non solo al life style ma a questioni scientifiche e di sostenibilità. Per questo motivo, sul profilo Instagram del MUSE, abbiamo deciso di inserire contenuti relativi all'Agenda 2030 delle Nazioni Unite, come si era già iniziato a fare con il Festival dello sviluppo sostenibile ASviS di settembre. In questo specifico progetto, si è deciso di utilizzare una modalità interattiva fornita dalle Stories di Instagram utilizzando dei quiz con domande relative all'Agenda 2030», spiega David Tombolato, referente del MUSE per i progetti legati alla sostenibilità.







64 visualizzazioni0 commenti

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • White Facebook Icon