La Valsugana piange Dario Beber, una vita dedicata alla comunità


Dario Beber con il fratello Lino (a sinistra) durante un viaggio in Turchia

di GIUSEPPE FACCHINI


PERGINE VALSUGANA - Una vita dedicata alla comunità, quella di Dario Beber, deceduto a 82 anni nella sua casa di Pergine dopo lunga malattia assistito dai suoi cari. Dario Beber era nato il 6 dicembre 1937, figlio di Basilio e di Natalia Oss. Una famiglia numerosa, cinque fratelli e tre sorelle. Dopo le scuole elementari studiò nel seminario dei Padri Stimattini a Colognola ai Colli (Verona) e nel seminario arcivescovile di Trento ultimando poi le scuole medie a Trento e in seguito l’istituto magistrale Antonio Rosmini. Dal 1958 al 1964 lavorò come maestro supplente presso le scuole di Serso, Pergine Valsugana, Viarago, Masetti,

Dario Beber

Frassilongo, Masi Bassi, Zivignago, Fornace, Trento alle scuole Sanzio, Vigalzano, Sant’Orsola Terme, Susà, Canale, Regnana, Ischia, Civezzano, Canezza, Faida, Brusago e dall’anno scolastico 1964/65 in ruolo dapprima a Susà, poi a Palù del Fersina, Roveda, Castagné Santa Caterina, Canezza, Susà. Divenne poi segretario della direzione didattica guidata dal dottor Pasquale Pizzini ruolo poi assunto dal suo caro amico Cesare Facchini e successivamente dal 1977 al 1992 presso il provveditorato degli studi di Trento. A metà degli anni settanta è stato commissario straordinario del Comune di Vignola Falesina. È stato molto attivo nella vita politica di Pergine nelle file della Democrazia Cristiana. Dal 1985 al 1990 ha ricoperto la carica di assessore comunale alla cultura, sport e attività sociali, Adriano Crivellari era il Sindaco. Dal 1991 al 2003 è stato lo stimato Presidente della Casa di Riposo di Pergine. Come volontario ha svolto le funzioni di Presidente delle Acli di Pergine.

Tra le sue grandi passioni quella dei viaggi, con il fratello Lino ha viaggiato in tutti i continenti. La sua famiglia è molto conosciuta, i suoi fratelli sono Lino medico e grande esperto storico, Paolo a lungo nell'associazione artigiani, don Giuseppe è parroco a Giovo. Lascia la moglie Rosetta, il figlio Edmondo e l'altra sorella Anna Maria. Dario Beber è sempre stato aperto e disponibile e al servizio delle persone, un servizio continuo svolto sempre con competenza e grande dedizione.



1,032 visualizzazioni

Metti "mi piace" per ricevere gli aggiornamenti

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • White Facebook Icon