top of page

L'APT della Valsugana si è presentata ai candidati alle elezioni provinciali Trentino 2023





L’incontro di lunedì 9 ottobre è stata l’occasione per presentare la Valsugana turistica a tutti i candidati alle prossime elezioni provinciali.

Partendo dai numeri, 23 mila posti letto circa 1,5 milioni di notti vendute, il Presidente Pasqualin è subito entrato nel merito dell’importanza ricoperta dal turismo: “tanto è stato fatto in questi anni passando da azienda che si occupava di promozione turistica ad agenzia di sviluppo territoriale a disposizione delle amministrazioni comunali e delle associazioni che a vario titolo organizzano eventi e manifestazioni sul territorio. Sono stati oltre 250 mila gli interventi diretti a favore delle manifestazioni e oltre 300 mila euro spesi in comunicazione e promozione. Molti sono i progetti sviluppati e condivisi con i comuni dalla realizzazione di servizi di mobilità alla gestione di forti e musei”.


Dopo una prima fotografia dove il CDA ha presentato la strategia di sviluppo e di comunicazione dell’Azienda per il Turismo Valsugana Lagorai,soffermandosi a lungo sull’importanza di affermare il concetto di sostenibilità come elemento distintivo e di unicità del territorio che denota la sua vocazione naturale, si è passati a presentare alcuni temi caldi su cui si chiede un impegno da parte dei candidati


Tra le priorità individuate si riportano:


Il completamento e messa in sicurezza della ciclabile ad iniziare dalla realizzazione del ponte sul Mandola per garantire lo scorrimento lungo il lago senza dover per forza rientrare sulla rotatoria di Calceranica. E’ necessario prevedere e pianificare gli interventi che possano completare il percorse sulle sponde del lago andando così a chiudere un anello da più anni richiesto a gran voce dai residenti e dai turisti.

Va pensato e progettato il collegamento con Trento: impensabile andare a Gardolo (loc. Centochiavi) per poi tornare in centro quando un domani i ciclisti arriveranno a Ponte Alto e scenderanno verso piazza Venezia creando disagi e soprattutto percorrendo una strada dall’alta pericolosità.La valorizzazione della ferrovia: secondo l’APT Valsugana pensata la ferrovia a fini turistici. Si tratta di una risorsa potenziale che però risulta essere inutilizzabile. Da anni si fanno i lavori sul tratto Trento Bassano nel periodo estivi precludendo la possibilità di vendere il servizio treno + bici. Necessario prevedere un carello aggiunto con almeno la possibilità di carica di bici tutto l’anno con un sistema di prenotazione che garantisca il posto.


La statale della Valsugana. Prima ancora del completamento della Pedemontana notiamo l’aumento del flusso di autoveicoli e soprattutto mezzi pensanti che transitano per i nostri paesi e in riva al lago. Necessario intervenire quanto prima per la messa in sicurezza del lago oltre che per noi residenti anche per una fondamentale risorsa turistica. In questi anni sono stati fatti grandi interventi a livello provinciale (pensiamo alla galleria Passo san Giovanni - Garda), riteniamo utile che si riesca a prevedere e progettare l’intervento che sarà poi in grado di cambiare il volto di tutta la nostra valle.


La sanità: un punto fondamentale per i turisti resta il servizio di guardia medica per turisti. Nel periodo di maggior afflusso di ospiti le richieste aumentano sensibilmente per avere un punto dove poter raccogliere le prime info per un pronto intervento. Se pensiamo ai soli laghi di Levico e Caldonazzo abbiamo oltre 15.000 ospiti in più. Negli ultimi anni il servizio si è notevolmente ridotto e diventa necessario fare in modo di avere la garanzia di un’apertura prima dell’inizio della stagione.


Le stazioni sciistiche: i cambiamenti climatici portano necessariamente a ripensare alle stazioni sci nei periodi estivi e senza neve. Non va però trascurato l’inverno con interventi di completamento dei sistemi di innevamento così come la realizzazione o ampliamento di bacini di raccolta d’acqua utili poi anche nel periodo estivo come approvvigionamento sia in caso di incendio che a servizio dell’allevamento.


La serata ha visto un confronto tra i candidati e il presidente che ha riposto punto su punto oltre ad affermare l’importanza per noi residenti di credere sempre di più in quello che il territorio offre ed è in grado di offrire. Denis Pasqualin conclude: “sono molto contento di questo confronto voluto da parte del nostro Consiglio di Amministrazione sia per la partecipazione sia per i temi sviluppati. Riteniamo di aver offerto una fotografia sul ruolo di Apt e su quello che stiamo facendo ad iniziare da una forte raccolta di risorse private che ha portato il nostro bilancio da meno di 2 milioni a quasi 4 per il 2023. Interessanti le richieste di approfondimento che ci hanno permesso di ribadire la massima apertura a collaborazioni con tutti coloro che vorranno occuparsi dello sviluppo della Valsugana e del completamento di quelli interventi necessari per renderla sempre più vivibile per noi residenti e, di conseguenza, sempre più vendibile dal punto di vista turistico”.

215 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page