Giovanni "degli Archi" Vettorazzo: da Rovereto a Cinecittà e ritorno