Funivia del Rolle e pista di sci "Panoramica": c'è l'OK della PAT sulla compatibilità ambientale


Nella seduta odierna la Giunta provinciale, su proposta dell'assessore all'urbanistica e ambiente Mario Tonina, si è pronunciata positivamente sulla compatibilità ambientale del progetto di collegamento funiviario San Martino-Rolle e della pista da sci di rientro.


La decisione ha recepito quanto emerso nel corso della seduta della Conferenza dei servizi del 10 dicembre scorso in cui le strutture provinciali e gli enti interessati avevano condiviso il progetto, indicando prescrizioni e condizioni specifiche per un ulteriore miglioramento ambientale e paesaggistico dell'opera, che dovranno essere recepite nelle successive fasi autorizzatorie e concessorie.Il progetto per la mobilità complessiva tra San Martino di Castrozza e passo Rolle prevede la realizzazione di un collegamento funiviario tra l’abitato di San Martino e passo Rolle (con 4 stazioni “Bellaria – Nasse – Fosse di Sopra” e “Fosse di Sopra – passo Rolle”) e una nuova pista da sci di rientro “Panoramica” (che parte da Malga Fosse per arrivare a Nasse).

L’idea progettuale, che costituisce la base di partenza per lo sviluppo dell’intero progetto, è quella di collegare le località di San Martino di Castrozza e il Passo Rolle tramite una cabinovia decaposto. Le ski aree Tognola, Ces, Colverde e Passo Rolle non dovranno più essere viste come singole aree sciistiche accessibili esclusivamente tramite i mezzi privati dai rispettivi parcheggi di arroccamento ma come un unico comprensorio con diverse porte di accesso facilmente raggiungibili dal centro abitato.

Gli obiettivi di sviluppo essenziali dell’intervento riguardano:

1. la messa in rete delle aree sciabili di San Martino di Castrozza e Passo Rolle; 2. l’avvicinamento dell’accesso alle skiaree al centro abitato di San Martino di Castrozza (SKI Center a Pra delle Nasse); 3. la razionalizzazione della mobilità su gomma pubblica e privata presso l’abitato di San Martino di Castrozza (punti di accesso alla skiarea ed alle aree di arroccamento); 4. una futura valorizzazione dell’area di Malga Fosse di Sopra; 5. la possibilità di attuare una razionalizzazione degli impianti al Passo Rolle (zona Campo Scuola).


315 visualizzazioni0 commenti