CR Valsugana e Tesino: nel Progetto Scuole 2021/22 alcune gradite conferme e tante nuove iniziative


Mirella Perina, Responsabile dell’Area Organizzazione e Pianificazione strategica della CR Valsugana e Tesino

Ecco l'offerta formativa 2021/22 della Cassa Rurale Valsugana e Tesino per avvicinare ragazze e ragazzi ai primi rudimenti di educazione finanziaria...


Per quanto concerne l’alfabetizzazione finanziaria dei propri cittadini, l'Italia purtroppo si colloca al penultimo posto tra i 38 Paesi membri dell’OCSE, l’Organizzazione internazionale per la cooperazione e lo sviluppo economico. Come se nella nostra vita quotidiana non dovessimo mai aprire un conto corrente, accendere un mutuo, gestire i nostri risparmi, accantonare in vista della pensione o districarci fra le voci di una bolletta.

Possedere delle competenze finanziarie scarse, o addirittura nulle, porta necessariamente a scelte non ottimali, come ad esempio tenere fermi tutti i propri risparmi sul conto corrente perché non si conoscono le alternative. L’educazione finanziaria, pertanto, appare sempre più necessaria non solo per tutelare i nostri interessi economici, ma anche per effettuare delle scelte finanziarie etiche e sostenibili.

La Cassa Rurale Valsugana e Tesino ritiene che il primo approccio all’educazione finanziaria debba avvenire già in età scolare ed è per questa ragione che da anni promuove una serie di progetti indirizzati alle scuole del territorio. Ne abbiamo parlato con la dott.ssa Mirella Perina, Responsabile dell’Area Organizzazione e Pianificazione strategica di CRVT.

Dott.ssa Perina, da tempo la CRVT dedica molta attenzione all’educazione finanziaria nelle scuole. Per quale ragione?

«Semplice: gli studenti di oggi costituiranno la società di domani. Pertanto riteniamo fondamentale che inizino a formarsi una certa cultura economica fin da ragazzi, affinché poi da adulti possano affrontare il loro futuro in maniera più consapevole, responsabile e costruttiva».


Quali iniziative avete ideato per il nuovo anno scolastico?

«Per gli Istituti di Istruzione presenti sul nostro territorio di riferimento – che oltre alla Valsugana e al Tesino copre anche una parte del Veneto – abbiamo pensato di riproporre alcune iniziative già molto apprezzate in passato, con l’aggiunta di alcuni progetti del tutto nuovi che, coinvolgendo anche altre cooperative sociali, si sviluppano in un’ottica di educazione finanziaria e al risparmio molto più ampia, intesa non solo sotto il profilo del denaro, ma aperta anche all’ambiente, alla cultura e alla comunità; quindi con un elevato valore sociale oltre che economico».


Quali iniziative ripeterete?

«Quelle tradizionali (i calendari e i diari scolastici, i libretti per le comunicazioni scuola-famiglia) sempre molto apprezzate perché rappresentano un aiuto economico concreto per gli istituti, evitando di gravare su certe famiglie che magari sono in situazioni di difficoltà. In occasione della Giornata Mondiale del Risparmio, che cade il 31 ottobre, i nostri funzionari proporranno alle scuole una visita alle classi V della scuola primaria e alle classi III della scuola secondaria di primo grado, dove doneranno agli studenti una copia del libricino “Tutti per uno, uno per tutti”, risorsa didattica elaborata dalla Banca d’Italia che illustra, in maniera molto semplice, l’importanza dell’educazione al risparmio, commentandone con loro i punti fondamentali. Per gli alunni delle primarie, i più piccoli, abbiamo pensato anche a un piccolo omaggio».


Che novità ci saranno invece?

«Per le classi IV e V della scuola primaria proponiamo il progetto Kids Go Green gestito dalla Cooperativa Sociale Kaleidoscopio in collaborazione con la Fondazione Bruno Kessler. Si tratta di un gioco interattivo che, attraverso la metafora del viaggio e della comunità viaggiante, stimola i bambini alla conoscenza del proprio territorio, ma anche all’esplorazione di luoghi e contesti provinciali, nazionali e mondiali. Ogni bambino, insieme ai suoi compagni, durante la sessione di gioco può valorizzare i chilometri percorsi con i mezzi sostenibili (a piedi, in bici, con lo scuolabus) per raggiungere la scuola o i comportamenti sostenibili (azioni ecologiche e di riciclo, partecipazione a eventi di comunità o ad attività a carattere culturale e sociale), per avanzare in un viaggio didattico-interattivo virtuale che, tappa dopo tappa, permette di fruire di contenuti multimediali utili alla didattica in classe. Il gioco prevede il coinvolgimento in primo luogo della comunità scolastica e degli insegnanti, ma anche delle famiglie e dei rappresentati delle comunità territoriali che avranno un ruolo attivo per il buon esito del progetto».


Per la scuola secondaria, invece?

«Per le tre classi della scuola secondaria di primo grado e per le classi I e II della scuola secondaria di secondo grado abbiamo ideato – in collaborazione con l’associazione culturale “Arte Sella” e la Coop. La Coccinella – un progetto articolato in due percorsi. Il primo, denominato “OperAzione Sella”, è aperto alle prime 10 classi che aderiranno e consiste in una serie di incontri e laboratori creativi tra arte, natura e scuola per conoscere, incontrare, esplorare Arte Sella e le sue opere. Le attività si svolgeranno in due incontri: il primo presso la scuola e il secondo ad Arte Sella nell’area di Malga Costa, dove i ragazzi potranno sperimentare direttamente, attraverso un laboratorio di ricerca compositiva con gli elementi naturali trovati in loco, le connessioni spaziali e materiche che gli artisti mettono in atto per realizzare le loro opere.

Il secondo percorso, riservato alle prime 5 classi che aderiranno, è denominato “Geografia dei posti belli” e rispetto al primo percorso prevede in più un terzo incontro a scuola, durante il quale ai partecipanti verrà chiesto di realizzare un progetto grafico e/o materico di un’opera, accompagnato da una spiegazione che ne motivi le scelte compositive e concettuali, mettendo in luce le caratteristiche che rendono l’opera un luogo di relazione e inclusione sociale.

Ricordo, infine, che come gli altri anni per tutte le classi della scuola secondaria di secondo grado sarà possibile assistere a una lezione sui principali temi di economia e finanza, concordata con i singoli docenti e tenuta dal Responsabile dell’Area Finanza di CRVT. Oltre a questo momento formativo saranno possibili visite di studio nelle nostre filiali, affinché gli studenti vedano con i propri occhi come funziona una banca. Non vanno poi dimenticati gli stagisti che ogni anno trovano presso la CRVT l’occasione per svolgere una grande esperienza formativa. Nel 2020, a causa della pandemia, avevamo potuto ospitare solo stagisti universitari, mentre quest’anno è andata meglio: nel corso del 2021, infatti, abbiamo effettuato 5 stage di 4 settimane e 2 stage di 2 settimane per studenti delle secondarie di secondo grado, 2 stage di 2 mesi per studenti universitari».


Nelle scorse settimane il progetto della Cassa Rurale Valsugana e Tesino “Scuole anno scolastico 2021/22” è stato presentato ai dirigenti e ai docenti degli Istituti di Istruzione, riscuotendo grande interesse e una pronta accoglienza.

Dette iniziative, oltretutto, rientrano in un contesto più ampio, denominato Progetto Giovani, che sarà presentato prossimamente e con cui CRVT intende accompagnare il percorso di crescita dei ragazzi dalla nascita fino all’ingresso nel mondo del lavoro.


IN TEMA LEGGI ANCHE L'INTERVISTA A GIACOMO BIANCHI, PRESIDENTE DI ARTE SELLA





297 visualizzazioni0 commenti