Covid-19: indagini epidemiologiche in Trentino, l'età media dei contagiati scende a 37 anni



Oggi l'Azienda provinciale per i servizi sanitari ha fornito non solo i dati relativi al contagio da Covid-19 in Trentino, di cui riferiamo in un articolo a parte, ma ha anche fatto il punto il punto sulle indagini epidemiologiche in corso sul territorio provinciale.

Per il comparto agro-alimentare, complessivamente in Trentino si registrano 297 positivi per 5 focolai principali. Le persone contagiate sono per la maggior parte giovani e adulti, alla fascia di età da 16 a 39 anni appartengono infatti i due terzi dei contagiati. Pochi i bambini, solo 7 gli anziani con oltre 70 anni.

In due delle tre aziende coinvolte, sono terminate tutte le operazioni di sopralluogo e verifica e hanno potuto riprendere la produzione. Nell’ultima azienda dove si è intervenuti, sono in corso le indagini.

Nel settore agro-forestale sono stati invece effettuati fino ad oggi oltre 1300 tamponi ai lavoratori che si trovano nella cosiddetta quarantena attiva, fra di loro è stata riscontrata una positività del 2,9 per cento.

Infine un ultimo accenno all’andamento dei contagi nel corso di tutta la pandemia dal punto di vista delle diverse fasce di età. Se i bambini erano e sono la fascia meno colpita, diverso è l’andamento per adulti ed anziani. Ad inizio pandemia infatti le persone over 70 erano quelle maggiormente colpite, mentre negli ultimi mesi la curva dei contagi per gli anziani è stabile. In aumento invece ci sono adulti e giovani: se a marzo 2020 infatti l’età media dei contagiati era di 72 anni, nei primi quindici giorni di settembre l'età media è di 37 anni. L’obiettivo per i mesi che ci aspettano è proprio questo: mantenere stabili i contagi delle persone anziane, che sono quelli più soggette a complicanze.




30 visualizzazioni0 commenti