Collegamento funiviario San Martino di C. – Passo Rolle: la Conferenza dei Servizi dà il via libera



Via libera dalla Conferenza dei servizi, nella sua riunione finale che si è tenuta giovedì scorso, per quanto riguarda il procedimento di valutazione di impatto ambientale del collegamento funiviario San Martino-Rolle nonché della pista di sci di rientro; progetto proposto da Trentino Sviluppo.

Il progetto per la mobilità complessiva tra San Martino di Castrozza e passo Rolle prevede la realizzazione di un collegamento funiviario tra l’abitato di San Martino e passo Rolle (con 4 stazioni “Bellaria – Nasse – Fosse di Sopra” e “Fosse di Sopra – passo Rolle”) e una nuova pista da sci di rientro “Panoramica” (che parte da Malga Fosse per arrivare a Nasse).

«C’è sempre stato un grande impegno – sottolinea il presidente Fugattiper portare avanti questo importante investimento che aveva oggettive difficoltà tecniche. Finalmente, attraverso un grande lavoro di tutti gli uffici e i soggetti coinvolti e la collaborazione dell'amministrazione comunale interessata, siamo arrivati a un punto di definizione. La giunta provinciale adotterà a breve gli ulteriori provvedimenti necessari per andare ancora avanti con il progetto».

«Questo – evidenzia il sindaco di Primiero San Martino di Castrozza Daniele Depaoli è sicuramente un passaggio importantissimo per il raggiungimento dell’obiettivo di collegare San Martino con Passo Rolle; avere ottenuto di fatto l’approvazione del progetto non è cosa di poco conto e di questo ringrazio a nome di tutta la comunità primierotta il presidente Fugatti e tutta la sua giunta, oltre a tutti quelli che ci hanno messo del loro per arrivare a questo importante traguardo. Ora i prossimi passaggi sono il finanziamento dell’opera ed i tempi di realizzazione: il presidente ha mantenuto la parola chiudendo l’iter approvativo dell’impatto ambientale entro il 2020. Questo era propedeutico ad una messa in funzione dell’impianto nell’inverno 2023, siamo convinti che anche questo passaggio sarà fatto nel rispetto dei tempi previsti».

L’idea progettuale, che costituisce la base di partenza per lo sviluppo dell’intero progetto, è quella di collegare le località di San Martino di Castrozza e il Passo Rolle tramite una cabinovia a dieci posti. Le ski aree Tognola, Ces, Colverde e Passo Rolle non dovranno più essere viste come singole aree sciistiche accessibili esclusivamente tramite i mezzi privati dai rispettivi parcheggi di arroccamento ma come un unico comprensorio con diverse porte di accesso facilmente raggiungibili dal centro abitato.

Gli obiettivi di sviluppo essenziali dell’intervento riguardano:

1. la messa in rete delle aree sciabili di San Martino di Castrozza e Passo Rolle; 2. l’avvicinamento dell’accesso alle skiaree al centro abitato di San Martino di Castrozza (SKI Center a Pra delle Nasse); 3. la razionalizzazione della mobilità su gomma pubblica e privata presso l’abitato di San Martino di Castrozza (punti di accesso alla skiarea ed alle aree di arroccamento); 4. una futura valorizzazione dell’area di Malga Fosse di Sopra; 5. la possibilità di attuare una razionalizzazione degli impianti al Passo Rolle (zona Campo Scuola).

Il lavoro delle Strutture provinciali, coordinate da APPA, in collaborazione con Trentino Sviluppo, ha portato alla ridefinizione di alcune parti del progetto al fine di garantire la sicurezza complessiva del territorio e un corretto inserimento dell’opera in un contesto ambientale particolarmente delicato. Le strutture provinciali, il Servizio Sviluppo sostenibile e aree protette per quanto riguarda la valutazione di incidenza, l’Ente Parco e gli enti locali presenti si sono pronunciati positivamente.

Il procedimento si concluderà con la concessione della compatibilità ambientale da parte della Giunta provinciale.


647 visualizzazioni0 commenti
© Copyright il Cinque/Media Press Team

Iscriviti alla nostra Newsletter

  • White Facebook Icon