top of page

Borgo. Tra Solidarietà e Progetti: la Riunione dei Soci della Cassa Rurale Valsugana e Tesino





Nella serata di venerdì 13 ottobre, oltre 300 soci della Cassa Rurale Valsugana e Tesino si sono dati appuntamento nel secondo incontro annuale, un’importante occasione di ritrovo e confronto.


Partecipazione e senso di appartenenza, queste le parole chiave del discorso di benvenuto che il Presidente del Consiglio di amministrazione Arnaldo Dandrea ha rivolto a tutti i convenuti.

“Diamo per scontate tante cose – ha dichiarato il Presidente Arnaldo Dandrea - tra cui anche la continuità e forza dei rapporti con le altre persone. Ho invitato tutti i nostri soci a guardarsi attorno, per accorgersi per notare la persona che sta loro accanto: riconoscerne l’esistenza è il primo passo per costruire una partecipazione convinta alla nostra comunità”.


Il Presidente Arnaldo Dandrea

Anche questa seconda edizione dell' incontro con i soci ha visto partecipare oltre 300 persone provenienti da tutto il territorio di competenza dell’istituto di credito che, ricordiamo, spazia da Roncegno Terme fino alla porte di Bassano del Grappa e in tutto il Feltrino occidentale.

La serata è stata presentata dal presentatore “ufficiale” della Cassa Rurale, il responsabile marketing Ugo Baldessari, affiancato dal noto formatore e motivatore Sebastiano Zanolli.

Zanolli nel suo intervento ha ripreso e ampliato alcuni concetti trattati nel saluto iniziale del Presidente Dandrea: appartenenza, fiducia, democrazia economica sono i punti su cui ha insistito raccogliendo il soddisfatto apprezzamento del pubblico.


Sebastiano Zanolli e Ugo Baldessari

Sono stati affrontati anche altri importanti argomenti, dalle tematiche ESG che stanno avendo un impatto significativo sul nostro quotidiano, ai vantaggi riservati ai soci della Cassa Rurale come ha ricordato Damiano Fontanari, Responsabile Area rapporti Istituzionali della Cassa Rurale.

Un momento particolarmente significativo è stata la consegna, virtuale, del nuovo ecografo a dirigenti sanitari dell’Ospedale di Borgo Valsugana sul palco, la dr.ssa Silvia Atti (Direttore Medico), il dr. Dimitri Peterlana (Direttore di Medicina Interna e Pronto Soccorso) e il dr. Lenzi Enrico (Direzione medica). L’apparecchio del valore di 28.000 euro donato dalla Cassa Rurale al nosocomio locale, permetterà esami accurati e grazie alla sua trasportabilità, un utilizzo molto flessibile.

“Nel corso di questi ultimi anni abbiamo erogato - direttamente e grazie alla organizzazione di raccolte fondi - all’Ospedale di Borgo Valsugana per l’acquisto di diverse attrezzature circa 114 mila euro” ricorda il Presidente Dandrea “un investimento non solo per i nostri soci ma per tutta la comunità, come è anche la nostra Cassa Mutua che offre a tutti i cittadini la possibilità di vantaggi concreti”.

Poi sempre sul tema del benessere e della tutela della salute l’intervento della Presidente della Cassa Mutua, Greta Boso, che ha illustrato i risultati finora conseguiti.

“Circa 400 iscritti che hanno già inviato 270 richieste di rimborso: è su questi dati concreti che invito tutti i soci della Cassa Rurale ad aderire, e non solo. La Cassa mutua è uno strumento importante ed essenziale per lo sviluppo di una corretta cultura del benessere e per lo sviluppo della comunità. I risultati fin qui conseguiti ci rendono fiduciosi sul successo di questa iniziativa”

Come nell’edizione precedente sono stati premiati i 2 nuovi Alfieri del Territorio e conferite 3 Menzioni d’onore da parte della Fondazione Valtes.


La premiazione degli "Alfieri del Territorio"

Il Presidente della Fondazione Valtes, Stefano Modena ha consegnato i riconoscimenti di Alfiere del Territorio a:

- Mattia Ceccato, Alfiere del territorio nella sezione Ambiente e Territorio - Annalisa Colme & Noemi Bonella, Alfieri del Territorio nella sezione Trasversale e Sociale

Inoltre sono stati consegnati i diplomi di menzione d’onore a:

- Claudia Shahini - Classe IV Enaip Borgo Valsugana - Tecnico Impianti Termici - Daniel Sartori

Infine, il Direttore generale Paolo Gonzo ha salutato tutti i presenti invitando a considerare che “la vostra Cassa Rurale è in salute, e cammina su gambe robuste grazie al robusto patrimonio e a forti indici di solidità. Non c’è mai un orizzonte completamente sereno né uno tutto nuvoloso: abbiamo invece la certezza che lavorando con impegno e accortezza possiamo superare tutti gli ostacoli come abbiamo avuto modo di sperimentare negli ultimi anni. Dotarsi quindi di strumenti giusti è la chiave: per questo a fine ottobre presenteremo al pubblico una nuova, inedita indagine socioeconomica sviluppata sul nostro territorio. Uno strumento di conoscenza che nelle nostre intenzioni, sarà di stimolo e riflessione per tutti”.

Al termine, come da tradizione, tutti i presenti hanno affollato il buffet festeggiando l’occasione del ritrovo.

486 visualizzazioni0 commenti
bottom of page