top of page

Borgo. Al via la terza edizione di "Pensare la Contemporaneità"





Riprende il 27 gennaio la terza edizione del ciclo di incontri Pensare la Contemporaneità, coordinato dal prof. Pierluigi Pizzitola e organizzato dall’Istituto d’Istruzione “A. Degasperi” in collaborazione con la Biblioteca comunale di Borgo Valsugana, con un incontro dedicato alla “Crisi dell'individuo e la psicologia delle masse" tenuto da Pierluigi Pizzitola e Antonio Di Gregorio.

Si vuole riflettere sul sorgere nell'età moderna della società di massa dove l’individuo si annulla, identificandosi con la figura del “Capo”. Il tema della “società di massa” si lega e si struttura poi con l’affermarsi dei movimenti totalitari fra le due guerre.

Un primo fondamentale studio sui comportamenti delle folle fu quello dell’etnologo e psicologo Gustav Le Bon in “Psicologia delle folle” del 1895. Egli cercò di coglierne le caratteristiche, indicando tecniche adatte per guidarle e controllarle. I dittatori del novecento lessero con attenzione le sue opere per manipolare e influenzare le masse, creando quei fenomeni di “persuasione occulta”del mondo contemporaneo .

L’obiettivo del corso è quello di analizzare alcune caratteristiche e temi dei movimenti totalitari nell’età contemporanea. Il percorso è aperto a docenti, studenti e a tutte le persone interessate.

PENSARE LA CONTEMPORANEITÀ

Istituto d’Istruzione “Alcide Degasperi” di Borgo Valsugana

Online – ore 14.30-16.00

La crisi dell’individuo e la psicologia delle masse Pierluigi Pizzitola e Antonio Di Gregorio (Istituto “A. Degasperi” di Borgo Valsugana) venerdì 27 gennaio 2023

Gli esclusi nell'arte Roberto Conte (Istituto “A. Degasperi” di Borgo Valsugana)Venerdì 3 febbraio 2023

I totalitarismi e la zona grigia Claudio Fedele e Sara Vergot (Istituto “A. Degasperi” di Borgo Valsugana)

Venerdì 10 febbraio 2023

Il modulo di iscrizione generale ai corsi è il seguente:

https://forms.gle/HEvtSfWcBRUWMmEP9

Il corso sarà valido ai fini dell’aggiornamento per i docenti

Per gli studenti la partecipazione può essere inserita nell’ASL o nel credito scolastico

(con almeno 3 incontri su 5 dell’intero corso)








154 visualizzazioni0 commenti
bottom of page