A Pergine il 9 e 10 luglio arriva la "Meglio gioventù" dell'ultimate frisbee






Il 9 e 10 luglio a Pergine Valsugana le nazionali juniores per il ritiro prima dei Mondiali U20 ed Europei U17...


Dopo la nazionale di rugby, ospitata sul campo della Costa nelle scorse settimane, nel prossimo week end i campi sportivi del perginese tornano a tingersi di azzurro. II 9 e 10 luglio arrivano infatti - ospitati dalla Polisportiva Oltrefersina - le nazionali italiane juniores di Ultimate frisbee, per un ritiro in preparazione ai Mondiali U20 e agli Europei U17 che si terranno a Wroclaw (Polonia) in agosto.

Cinque le formazioni che calcheranno i campi di Madrano, di viale Dante, della Costa e di Ischia: si tratta delle rappresentative U20 e U17 maschili e femminili e la formazione U17 mixed (dove ragazzi e ragazze giocano insieme), per un totale di circa 130 persone, staff compresi.

Il programma prevede sedute di allenamento indicativamente dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20. Tra i ragazzi U20 ci sarà anche il trentino Cristiano Battisti, da qualche anno giocatore degli UFO (Ultimate frisbee Oltrefersina), la squadra di casa che sarà sparring partner in una partita contro una delle formazioni azzurre, sabato intorno alle 18.30 sul campo della Costa a Pergine.

Le nazionali juniores ormai da una decina d'anni sono una realtà consolidata del frisbee italiano e vanno regolarmente a medaglia nei campionati Europei (nelle diverse categorie), mentre più difficile è il confronto a livello mondiale, frequentato da vere e proprie "corazzate" come USA e Canada, sempre in lotta per il titolo.

L'ultimate frisbee è uno sport innovativo, in rapida espansione in Italia e che ha la peculiarità di non prevedere, anche ai massimi livelli internazionali, la figura dell'arbitro.

Una vera e propria sfida educativa, in cui il cuore del gioco è la capacità dei protagonisti di coniugare la carica agonistica con il fair play, il rispetto delle regole e la capacità di ascoltare gli altri. (vedi www.fifd.it e www.wfdf.org)

Per Pergine si tratta di un evento unico, in cui si potrà conoscere da vicino questa disciplina, con i migliori ragazzi e ragazze espressione di un movimento sportivo che spera – dopo due anni di interruzione per la pandemia – di tornare protagonista e continuare a difendere un posto di tutto rispetto nel panorama internazionale.

Proprio a seguito di questi due anni difficili per tutti, per ridurre il peso dei costi della trasferta sulle famiglie degli atleti e delle atlete, la Federazione Italiana Flying Disc ha ritenuto di avviare una raccolta fondi a sostegno delle spese per la trasferta (vedi https://www.produzionidalbasso.com/project/fly-to-glory/).

Gli allenamenti e la partita di sabato sono a ingresso libero.


299 visualizzazioni0 commenti